Archivi del mese: dicembre 2014

L’elezione del Presidente della Repubblica – Intervista Fatto Quotidiano 30/12/2014

Dobbiamo riportare i cittadini al centro della politica anche per quanto riguarda l’elezione del prossimo presidente della Repubblica. I partiti seguono logiche autoreferenziali e sono alla ricerca di figure che siano loro referenti. L’obiettivo invece deve essere quello di scegliere persone nell’esclusivo interesse del Paese e dei cittadini. Questo vale per il Colle, come per tutti gli altri incarichi. La mia intervista al Fatto Quotidiano. Abbiamo parlato anche di Rai e informazione.

intervista Fatto Quotidiano 30 dicembre 2014

Il mio canale youtube

7749081576_f256dba668

Ragazzi ho rinnovato il mio canale youtube e sto inserendo poco a poco tutti gli interventi che ho fatto sia in parlamento che in giro per l’Italia. È un buon modo per far girare i contenuti in moda da creare rete e collegamenti con tutti gli altri. In tutte le mie pagine non c’è nessuna restrizione nel commentare. Massimo confronto. Se vi va di iscrivervi o di condividere questo è il mio canale youtube. Grazie sempre a tutti!

Il mio canale youtube

Sovvertiamo il paradigma del Presidente della Repubblica!

 

106756997_973

In queste ore si muovono le trattative segrete per il nuovo Presidente della Repubblica. E come sempre nessuno è interessato ad una scelta alta e dignitosa per e in nome dei cittadini. Al centro del piccolo mondo che è questo parlamento ci sono i partiti e nessun altro. Vogliono un Presidente della Repubblica che tuteli loro e non la nostra nazione in quanto tale. L’idea è molto semplice: partiti al centro del mondo, cittadini al margine. Questo paradigma assurdo va capovolto ed è quello che ogni giorno cerchiamo di fare! Ma c’è bisogno di tutti voi!

Il ruolo del Movimento cinque stelle


1489063_1035570773135455_5737753174066662176_nDa una riflessione di Marco Savarese 

La nuova barbarie di Mafia Capitale è l’ulteriore tassello che serve a completare il puzzle della politica e dell’economia italiana. Ormai chi vuole capire non ha più scuse. Tra le tessere di questo puzzle c’è di tutto: dagli amici degli amici, ai criminali, dai sindaci ai faccendieri. Si ritrovano tutti insieme per curare i propri interessi (voti, soldi, potere) e lo fanno gravando sulle spalle della gente onesta. Per questo, ripeto, chi vuole vedere, non ha più giustificazioni per non farlo. Chi vuole cambiare il paese non può più tentare di affidarsi a questa gente.

Credo che ora il M5S abbia un ruolo ancora più impegnativo. Occorre chiaramente continuare a denunciare ciò che non va, ma allo stesso tempo è necessario lavorare in modo ancora più incisivo per rendere visibile, desiderabile, realizzabile un nuovo mondo, una nuova società, un nuovo pensiero collettivo. Non che non sia stato già fatto in precedenza. Anzi, in due anni il parlamento è stato inondato di proposte del M5S. Proposte di buon senso, utili ai cittadini e non alle lobby, provvedimenti che migliorano il nostro vivere quotidiano. Ma credo sia giunto il momento di un altro passo in avanti, anche con l’aiuto di chi è stato chiamato, per iniziare, a condividere gli sforzi comunicativi e organizzativi di Beppe e Gianroberto.

Sono crollate le ideologie. E’ così da decenni ormai. Tuttavia è evidente quanto sia difficile far spazio in maniera organica a un nuovo pensiero, una nuova visione che possa sostituire le precedenti, quelle visioni di destra e sinistra che comunque dividevano e spaccavano il paese. Ed è qua che dobbiamo concentrare gli sforzi, forse ancor più che nel proporre leggi. Abbiamo il compito, secondo me, di comunicare in modo più organico le nostre idee di mondo, dove il reddito di cittadinanza, l’energia rinnovabile e condivisa, la cura del territorio, i trasporti locali, l’attenzione alle piccole e medie imprese, la modifica della prescrizione dei reati, una RAI che sia davvero servizio pubblico, la valorizzazione di un immenso patrimonio storico culturale, il senso di comunità, la democrazia diretta, la lotta vera alla corruzione e mille altre nostre proposte vengano percepite come un unicum, come un nuovo modello di vita, possibile anche nel nostro paese.

So bene che non è facile riuscirci, che parlare e scrivere post è solo un minimo e infinitesimale punto di partenza ma so anche che quando un gruppetto di noi si candidò alle regionali o alle comunali prendendo il 2% o giù di lì, tutti ci consideravano pazzi, visionari e illusi…ma dopo qualche anno siamo al 20/25 %. I voti non saranno, però, niente se non li affiancheremo ad una vera svolta culturale. Inutile aggrapparsi ancora a questi partiti. Dobbiamo tutti insieme ricostruire le fondamenta della nostra comunità. Dovremo essere compatti e senza punti deboli, potremo sbagliare ma lo faremo tutti assieme. Una rivoluzione non violenta non può accettare tentennamenti e meschinità, abbiamo già troppi nemici attorno a noi.
Coraggio, l’Italia per bene è e sarà sempre più con noi.
Marco Savarese

Effetto M5S nei Comuni

10256603_1034654939893705_9192861346770751700_n

Ecco il risultato del lavoro svolto dal nostro consigliere comunale Danilo Roberto Cascone insieme a tutti i cittadini attivi di San Giorgio a Cremano . Prima, in foto, trovate il prezzo (evidentemente gonfiato) che il Comune di San Giorgio a Cremano avrebbe pagato per l’acquisto di un singolo cestino gettarifiuti, dopo, con l’intervento del M5S (a seguito di approfondite ricerche e successive interrogazioni e denunce), trovate il reale prezzo per la stessa fornitura. Considerando che sono 42 i cestini installati sul territorio basterebbe farsi due calcoli per scoprire che con la nostra azione abbiamo fatto risparmiare ben 17.695,44 € ai sangiorgesi. Questo è il nostro regalo di Natale ai cittadini! Naturalmente non ci fermeremo qui. Ora toccherà alla Magistratura stabilire se con quei soldi qualcuno doveva imbandire la tavola per il cenone di Capodanno oppure no.

Buone festività!

Stefano Vignaroli è il Personaggio Ambiente Italia 2014

1013524_398507416932976_1635452843_n

Il nostro Stefano Vignaroli è stato eletto Personaggio ambiente Italia 2014!

Congratulazioni Stefano, siamo orgogliosi di te!

 

“Considero questo premio un riconoscimento verso tutti quelli che condividono con me questa visione della vita a Rifiuti Zero e la concezione di decrescita, intesa come paradigma culturale virtuoso che preferisce la qualità alla quantità, la condivisione alla competizione, la riutilizzazione dei beni alla superficialità dell’usa e getta”.

Stefano Vignaroli

Incontro con il prefetto di Cagliari – Tgr Sardegna

Ieri abbiamo incontrato il Prefetto di Cagliari per consegnargli le proposte elaborate dal M5S per affrontare le emergenze alluvionali e sismiche. Abbiamo presentato lo stesso piano anche ai prefetti di Genova e di Milano. Sospensione delle tasse per i cittadini alluvionati, aiuti ai commercianti, sgravi per la ristrutturazione delle case danneggiate sono alcune delle proposte a cui si aggiungono le misure a medio e lungo termine per prevenire futuri disastri. Proprio ieri i cittadini colpiti da alluvioni in tutta Italia sono stati chiamati a pagare i tributi arretrati. L’ennesima decisione assurda di un governo forte con i deboli e debole con i forti.