Archivi del mese: marzo 2015

Inquinamento e criminalità nel casertano: ora a Montecitorio conferenza su Cava Cesque

cava-cesque_edt

Ora a Montecitorio conferenza stampa del ‪Movimento 5 Stelle sul caso della cava Cesque (sita in Falciano del Massico, provincia di Caserta), e sulle importanti novità in merito a una vicenda che persiste da molti anni. La Cava è stata sottoposta più volte a sequestro per reati che riguardavano lo sversamento illecito ed il miscelamento di rifiuti pericolosi. Si tratta di una questione di particolare interesse sia dal punto di vista ambientale che amministrativo, per la presunta irregolare applicazione delle procedure di controllo antimafia.Il sito è stato oggetto di diverse vicende giudiziarie, e figura anche nell’ordinanza di custodia cautelare della DDA di Napoli del 06/12/2011 che ha portato all’arresto dell’ex sottosegretario Nicola Cosentino. Seguite l’incontro in diretta streaming. Intervengono Vilma Moronese Cittadina Senatrice M5S, Paola Nugnes Cittadina Senatrice M5S, Giulia Sarti, Luigi Di Maio e Valeria Ciarambino.

No allo smantellamento del Corpo forestale

11121784_855078557897112_4903983121243400090_n

Il disegno di legge Madia sulla riorganizzazione della PA prevede, tra le altre cose, la soppressione del Corpo Forestale dello Stato con trasferimento delle funzioni alla Polizia di Stato. In questo modo vengono, di fatto, depauperate le attività di controllo del territorio per la tutela dell’ambiente e della salute pubblica. I forestali rappresentano una forza che, più di tutte, svolge attività di polizia ambientale specializzata e il cui ruolo è stato negli ultimi anni decisivo nell’accertamento di gravi reati: un esempio per tutti il caso della Terra dei Fuochi. Oggi presentiamo alla stampa le proposte del M5S su questa vicenda e sul riordino della PA. La conferenza sarà trasmessa in streaming sulla web tv del Senato. Intervengono Elena Fattori Senato M5S(portavoce M5S in Senato – Commissioni Agricoltura e Politiche europee); Paola Nugnes Cittadina Senatrice M5S (portavoce M5S in Senato – Commissioni Ambiente e di inchiesta rifiuti); Vito Crimi (portavoce M5S in Senato – Commissioni Affari costituzionali, Giunta elezioni e Copasir); Patrizia Terzoni – M5S (portavoce M5S alla Camera – Commissione Ambiente); Massimiliano Bernini portavoce M5S (portavoce M5S alla Camera – Commissione Agricoltura); Rappresentanti del Corpo Forestale. Link diretta streaming: https://www.youtube.com/watch?v=jo1h16NC3nk . A partire dalle 12!

Arrestato il sindaco di Ischia, Pd

Arrestato il Sindaco di Ischia Giuseppe Ferrandino del Partito Democratico che lo aveva candidato (da indagato) anche alle elezioni europee (risultò primo dei non eletti!). Con lui sono state arrestate altre nove persone, tra cui i dirigenti del colosso delle cooperative CPL Concordia nell’ambito di un’inchiesta della procura di Napoli su tangenti pagate per la metanizzazione dei comuni dell’isola. Siamo sempre alle solite: non ci si libera della corruzione inserendo nelle liste candidati sotto inchiesta o condannati. I partiti se ne fregano: gli indagati fanno parte del governo e chi ha processi in corso si candida alla guida di una regione, tanto per fare qualche esempio. Nel Movimento 5 Stelle, invece, non è possibile candidarsi se si è inquisiti o condannati, e questo è un requisito irrinunciabile se ci si appresta a lavorare al servizio della collettività. La corruzione impoverisce il Paese, sottraendo miliardi alle risorse pubbliche: la si può combattere solo con i fatti, non con gli slogan. Basta non votarli più. ‪#‎Pdcomplice‬

La riforma della Rai del governo? E’ la Gasparri 2.0

renzi-gasparri-642703 La riforma della Rai annunciata dal governo non libererà la tv pubblica dalla politica. Non ci sarà nessuna inversione di tendenza. Anzi, la situazione peggiorerà. È la Gasparri 2.0. Non è un’occupazione manu militari della Rai ma poco ci manca. Il blitz del giglio magico su quella che dovrebbe essere la principale azienda culturale del Paese è servito. Un disegno di legge governativo che prevede il completo controllo della Rai da parte di maggioranza e governo. Una di quelle riforme che se Berlusconi avesse solo ipotizzato avrebbe portato una mobilitazione straordinaria del centrosinistra italiano.


Il consiglio di amministrazione viene ridotto a sette membri: due scelti dal governo, due dalla Camera e due dal Senato, più un settimo membro scelto dai dipendenti Rai (ma non si sa ancora in che modo). Il Partito democratico assieme agli alleati di governo potrebbe eleggere sei consiglieri di amministrazione su sette. La maggioranza nel Cda sarà sempre espressione dell’esecutivo e delle forze che lo supportano. Quindi non cambia nulla: i partiti continuano ad avere le mani nella Rai ed esercitare potere al suo interno.
Il MoVimento 5 Stelle conserva la sua proposta. Una proposta seria che prevede l’uscita di scena della politica dalla Rai. I consiglieri devono essere scelti per il proprio curriculum, con un procedimento pubblico e trasparente, sulla base di precisi requisiti di onorabilità, competenza e soprattutto indipendenza. Non devono rispondere al potente di turno che li ha piazzati in Cda, ma lavorare per il bene dell’azienda e dell’interesse dei cittadini. Lo stesso deve valere per l’amministratore delegato, che invece si vorrebbe nominato dal Cda “sentito il governo”.


Faremo opposizione, cercando in ogni modo di migliorare la riforma Rai, anche se con questi presupposti, sembra un’impresa impossibile. Si rispetti il Parlamento nelle sue prerogative, senza aut aut. Le forze politiche devono poter confrontarsi e introdurre modifiche durante l’esame. Così com’è non può andare bene. Sono necessari correttivi come:
– l’individuazione di maggioranze qualificate per l’elezione dei consiglieri in modo da ampliare quanto più possibile il consenso in Aula
– la previsione di requisiti come quelli ipotizzati nella proposta di legge del Movimento 5 Stelle.
Chi sarà chiamato a guidare la Rai non potrà provenire dalla politica: siano esclusi tutti coloro i quali negli ultimi sette anni abbiano ricoperto cariche politiche (ministri, sottosegretari, parlamentari o dirigenti di partito). L’obiettivo deve essere una Rai finalmente libera dalle pressioni politiche, tanto dei partiti quanto del governo. So che la maggioranza del parlamento è contro questa falsa riforma. È ora di cacciare le palle!

No all’uomo solo al comando per la guida del Paese

A volte per far aprire gli occhi si può scegliere di usare immagini molto forti. Solo scardinando i piani si possono smuovere le coscienze per costringere a vedere quanto altrimenti rimarrebbe nascosto. Charlie Hebdo ne è un esempio lampante. Facile attaccarci per un confronto forte espresso con l’intento di accendere i riflettori su una realtà che rischia di inghiottirci. Dichiarazioni fatte per far riflettere, certo non per piacere, meno che mai per strumentalizzare il dolore altrui. Abbiamo piene le orecchie di espressioni edulcorate e vuote come quelle usate dal premier per coprire una spregiudicata azione di governo, con l’intento di restringere spazi di democrazia, e per nascondere incapacità o inerzia nell’affrontare questioni che davvero dovrebbero essere affrontate e risolte. Lecito criticare un’opinione espressa in modo estremo, ma rifugiamo dal perbenismo che avalla un marketing politico usato per far digerire decisioni scomode, scelte scellerate che pesano ogni giorno sulle vite di milioni di cittadini.

Io sono per dire le cose come stanno. Sempre. Anche con parole amare. E mai vorrei alla guida del mio Paese l’uomo solo al comando.

GLI APPUNTAMENTI DEL WEEKEND: San Giorgio a Cremano, Benevento e Giugliano

agenda_we_28-03-15

GLI APPUNTAMENTI DI SABATO

Sabato 28 marzo, alle 09.45, sarò a San Giorgio a Cremano per la presentazione del candidato sindaco M5S Danilo Roberto Cascone. Sarà annunciato il calendario di tavoli tematici a cui parteciperanno cittadini ed esperti per costruire il programma in vista delle elezioni comunali. Vi aspettiamo allo Spazio 5 Stelle in via Nicolardi 10! #sangiorgio2020

Alle 12.00 tappa a Benevento. Conferenza stampa con i candidati sanniti al consiglio regionale della Campania. Interverrà Valeria Ciarambino, la nostra candidata alla presidenza della Regione. Ci vediamo alla Biblioteca Provinciale, in corso Garibaldi.#ciarambinopresidente #dinuovoprimi

Nel pomeriggio parteciperò alla mostra di Roberto Buanne a Giugliano. Intorno alle 16.30, al circolo Piazzetta Athena!

Non ci fermiamo mai!

Online le prime 100 interrogazioni della Vigilanza e le risposte della Rai

trasparenza_vigilanza

Da oggi le interrogazioni presentate dai membri della commissione di Vigilanza e le relative risposte della Rai sono pubbliche. Tutti i cittadini possono ora consultare i documenti e scaricarli dal sito internet del Parlamento. E’ la prima volta nella storia della Vigilanza Rai. Quando sono stato eletto presidente, ho dichiarato che avrei lavorato per rendere trasparente questa commissione. E giorno dopo giorno stiamo realizzando questo obiettivo. Abbiamo dato la possibilità ai cittadini di seguire in diretta streaming le audizioni ed essere costantemente aggiornati sulle attività anche grazie alla pubblicazione online dei resoconti di tutte le sedute, disponibili da inizio legislatura. Oggi si compie un ulteriore passo in questa direzione. Manteniamo sempre le nostre promesse.

Danilo Cascone candidato sindaco di San Giorgio a Cremano per il M5S

locandina_cascone-orizzontale (1)

Danilo Roberto Cascone è stato il primo consigliere comunale eletto in Campania per il Movimento 5 Stelle. In questi anni ha lavorato con serietà e passione al servizio della collettività raggiungendo risultati importanti. Danilo si candida ora come sindaco della sua città, San Giorgio a Cremano. E’ supportato da uno splendido gruppo. Alle prossime elezioni comunali i cittadini di San Giorgio hanno un’opportunità che non possono lasciarsi sfuggire, dopo tre anni di disastrosa gestione della precedente giunta. I cittadini meritano un’amministrazione presente e rappresentanti attenti alle esigenze del territorio e della comunità. Meritano di tornare ad essere protagonisti della vita pubblica della città. Per questo saranno loro a dettare le linee guida che il M5S dovrà rispettare.
Sabato sarò a San Giorgio per presentare la candidatura di Danilo e il calendario di tavoli tematici a cui potranno partecipare la cittadinanza per costruire insieme il programma elettorale. L’appuntamento è alle 09.45 allo Spazio 5 Stelle (via Nicolardi 10). Interverranno anche i candidati al consiglio regionale. Vi aspettiamo numerosi!