Archivi del mese: dicembre 2016

Con il M5S al governo, il reddito di cittadinanza sarà realtà

Ieri Berlusconi si è detto favorevole al reddito di cittadinanza. Ma in anni e anni i suoi governi non hanno mai adottato un provvedimento del genere. Né, di fronte alla proposta del Movimento 5 Stelle in Parlamento, gli esponenti di Forza Italia hanno manifestato reazioni positive. Ora, invece, la pseudo svolta. Queste persone sono molto abili con le chiacchiere. Non c’è da fidarsi. Se veramente vogliono il reddito di cittadinanza, lo dimostrino con i fatti. La nostra Nunzia Catalfo Portavoce a 5 Stelle, prima firmataria della proposta di legge M5S sul reddito di cittadinanza, ha reiterato la richiesta di calendarizzare in Aula il provvedimento visto che è fermo in commissione da 22 mesi. La verità è che quelle di Berlusconi sono solo parole. Gli italiani lo sanno bene. Quando il MoVimento sarà al governo, il reddito di cittadinanza sarà realtà. E’ una misura di cui l’Italia ha bisogno e non c’è più nulla da aspettare. E’ nel nostro programma e lo attueremo.

Votazione online per il secondo punto del programma Energia del M5S

voto-online Oggi si vota il secondo quesito del piano energia del MoVimento 5 Stelle: quali impianti di stoccaggio bisogna prediligere?

C’è tempo fino alle 19.00 di oggi per accedere alla piattaforma Rousseau, esprimere la propria preferenza e, così, contribuire alla costruzione del programma del M5S.

Venerdì prossimo inizieremo a discutere un nuovo punto. Partecipate e buon voto!

Sono stato scelto dall’assemblea dei deputati del M5S come prossimo capogruppo alla Camera (a partire da aprile). Nei prossimi tre mesi affiancherò Vincenzo Caso che da oggi è il nostro capogruppo. Ringrazio Giulia Grillo per il grande lavoro svolto.
Andiamo avanti per cambiare la cultura di questo Paese, tutti insieme, ognuno con il suo pezzo di responsabilità, consapevoli che ci vorrà del tempo. Ma il vento del cambiamento si è alzato, nessuno potrà più fermarlo.

Buon lavoro a tutti

Programma energia del M5S: gli impianti di stoccaggio

pianta-che-cresce-in-una-lampadina_1232-194 Nei prossimi giorni affronteremo un altro punto del programma energetico del MoVimento 5 Stelle. E’ fondamentale infatti comprendere il ruolo che può svolgere l’accumulo di energia, quindi lo stoccaggio.

Quali impianti occorre prediligere? Il quesito che sarà proposto a breve riguarderà appunto questo tema.

Il blog ospita un nuovo intervento per contribuire alla riflessione sull’argomento. Potete leggerlo qui.  Continuate a informarvi. Nei prossimi giorni si procederà alla votazione. Passaparola!

VOTAZIONE ONLINE: Primo quesito del Programma Energia 5 Stelle

ener_voStiamo scrivendo in rete, insieme a migliaia di cittadini, il programma del MoVimento 5 Stelle. Il cambiamento di cui il M5S si fa portatore è già nel metodo che stiamo seguendo per mettere a punto un progetto fatto di condivisione che mette in primo piano i temi che interessano i cittadini. Questa giornata sarà dedicata al primo tassello del programma di governo con il voto sul primo quesito del piano energia: “Sei d’accordo con lo sviluppo di politiche che scoraggiano l’uso della benzina e del gasolio a favore della mobilità elettrica?”.

Tutti gli iscritti certificati, accedendo alla piattaforma di Rousseau, potranno esprimere la loro preferenza. Venerdì prossimo inizieremo a discutere il nuovo quesito. Maggiori dettagli qui
Partecipate! Chi partecipa, vince sempre! Buon voto!

Intervista al Fatto Quotidiano – 13 dicembre 2016

Lo spazio per il governo nei tg nelle ultime settimane di campagna è stato tra il 40 e il 45%, impensabile in un periodo di par condicio. Non è stato così garantito ai cittadini il servizio pubblico. Ne ho parlato in questa intervista al Fatto Quotidiano, in cui abbiamo affrontato anche i temi del pluralismo e del futuro dell’azienda.

fico-fq_13-12-16_01

Il sistema si chiude a riccio per resistere. Noi andiamo avanti con caparbietà su una strada fatta di condivisione e partecipazione

Non è Renzi o Gentiloni: è il sistema nel suo complesso che si chiude a riccio, cercando di resistere.
Ma è solo uno degli ultimi tentativi, sono all’angolo.
Il solco che hanno tracciato tra loro e i cittadini è sempre più ampio: è il burrone in cui loro cadranno.
Noi percorriamo un’altra strada, fatta di condivisione, costruzione e partecipazione. Andiamo avanti con umiltà e caparbietà, senza sosta e senza timore. Sappiamo che questa è la strada giusta.
La storia costruisce trame insospettabili. Nessuna legge elettorale potrà fermare la storia.