Tutti gli articoli di Roberto Fico

Mi candido a Napoli nel collegio uninominale di Fuorigrotta

Ho deciso di candidarmi alla Camera anche in uno dei collegi uninominali della mia città, quello di Fuorigrotta che ricomprende i quartieri di Bagnoli, Soccavo, Pianura e Chiaiano. È una scelta di cui sento profondamente il senso. Parte della mia vita è legata a questi luoghi e con il Meetup di Napoli e il MoVimento 5 Stelle siamo da sempre in prima linea al fianco dei cittadini di questi quartieri in tante battaglie per la tutela dell’ambiente e della salute e per migliorare le condizioni di vita della comunità.

Penso a Bagnoli, l’eterna incompiuta della nostra città, il simbolo delle promesse tradite da parte della politica. Un quartiere dalle potenzialità enormi, perennemente proiettato in un futuro che non si è mai realizzato. Bagnoli aveva bisogno di bonifiche prima di ogni cosa, e di un progetto di rinascita che partisse dall’ascolto di chi vive il territorio. Ha ricevuto solo parole, decisioni calate dall’alto, inefficienza, diventando il terreno di scontro per arrivismi e ambizioni da più parti.

Penso a Pianura e a Chiaiano, dove abbiamo lottato contro l’apertura delle discariche giorno e notte senza risparmiarci. Periferie abbandonate a loro stesse, di cui lo Stato si ricorda solo quando deve trovare un posto dove sversare rifiuti.

Con me c’erano tantissime persone che non si sono arrese a uno stato di cose, che hanno gridato la loro indignazione e l’hanno trasformata in impegno, progetti, studio. Come Paola Nugnes, che ha portato in Senato il suo lavoro sui temi dell’ambiente, dalla gestione virtuosa dei rifiuti alla lotta alle ecomafie, focalizzando sempre l’attenzione sulle esigenze dei territori. Come il gruppo di attivisti della zona occidentale, sempre presenti, instancabili guardiani dei beni comuni, dall’unico polmone verde che deve essere accessibile gratuitamente ai residenti, ai grandi patrimoni che si concentrano in questa parte della città e che devono diventare volano di sviluppo e ricchezza per tutti i napoletani e non preda di affaristi e speculatori.

Il nostro impegno resta intatto. Abbiamo iniziato questo viaggio fuori dalle istituzioni, inascoltati dai partiti, cercando di superare il muro di gomma che gli stessi partiti ponevano di fronte alle nostre istanze e proposte. Ci siamo fatti portavoce di queste in Parlamento, nelle regioni, nei comuni e continueremo a farlo, con coerenza e passione, lavorando al servizio della collettività. Perché è così che interpretiamo il nostro impegno come parlamentari, consiglieri, sindaci, uno dei tanti aspetti che ci differenzia da chi ha fatto della politica uno strumento piegato ai propri interessi e ha condotto il Paese alla deriva.

Quello che proponiamo è un cambio di paradigma, una rivoluzione culturale che serve a Bagnoli, a Napoli, all’Italia per scrivere una nuova pagina in cui parole come comunità, beni comuni, ambiente, lotta alla criminalità organizzata saranno scritte in modo chiaro e mai dimenticate.

Scriviamo questa pagina insieme. Noi siamo pronti.

Coraggio!

P.S
Aspetto di vedere in questo collegio i nomi che saranno candidati dagli altri partiti.

Parte la campagna #M5SACASATUA

Campagna M5S a casa tua

Domani, sabato 27 gennaio, daremo il via alla campagna #M5SaCasaTua. Insieme a Valeria Ciarambino e a Marì Muscarà M5S incontreremo condomini, vicini e amici del Signor Franco che ha deciso di aprire le porte della sua abitazione per aiutare a diffondere il programma del MoVimento 5 Stelle.

Vuoi organizzare un incontro a casa tua? Parlamentari, candidati e portavoce sono pronti a raggiungerti. Invia una mail a rallycampania@gmail.com, specificando il luogo dell’abitazione e il numero di condomini e amici che parteciperanno all’iniziativa.

Per rispetto di fronte al terribile incidente ferroviario di questa mattina a Milano, la mia intervista a Sky Tg24 è rinviata. Si contano al momento due vittime e una decina di feriti gravi a seguito del deragliamento di un treno su cui viaggiavano centinaia di lavoratori e pendolari. A loro e ai familiari delle vittime la mia vicinanza.

La mia intervista a #Cartabianca – 23 gennaio 2018

Il MoVimento 5 Stelle è l’unica forza politica ad aver fatto una selezione dal basso dei propri candidati per le prossime elezioni. Mentre i partiti stanno decidendo i nomi nelle segrete stanze, le liste del MoVimento sono visibili a tutti e sono state composte dopo una votazione online che è stata una prova di democrazia diretta unica nel Paese. Ne ho parlato ieri sera a #Cartabianca. Ecco il video integrale dell’intervista.

Fa sempre un certo effetto pensare a quanta strada sia stata fatta da quando nel 2005 Beppe ha aperto il blog. Attraverso la rete ha aggregato le persone, ha condiviso notizie e storie, ha dato il via con Gianroberto e migliaia di cittadini a un progetto come il MoVimento, impensabile fino a pochi anni fa. Intorno al blog si è sviluppato un modo innovativo di partecipare alla vita pubblica, di informare, di costruire futuro. Un inedito assoluto nel panorama italiano e non solo.
Voglio fare a Beppe un grande in bocca al lupo per il suo nuovo sito che debutta oggi. Come sempre la sua curiosità continuerà a farci scoprire nuove realtà e idee qui come in giro per il mondo. Ancora nuove strade, che percorreremo insieme. Grande Beppe!

Par condicio, abbiamo un problema

Come saprete, con l’avvio della campagna elettorale è iniziata la par condicio a cui le emittenti radiotelevisive devono attenersi, seguendo le delibere della Commissione di Vigilanza Rai e dell’Agcom. Le tv sono tenute a rispettare rigorosamente la parità di trattamento tra le forze politiche anche nei tg. Il monitoraggio della par condicio viene effettuato dall’Agcom settimana per settimana, così da poter riequilibrare tempestivamente eventuali disparità. Per facilitare la lettura di questi dati relativamente ai telegiornali, da oggi su #OpenTg troverete la nuova sezione “Elezioni Politiche 2018” che sarà aggiornata settimanalmente.

I dati della settimana 8-14 gennaio ci danno quattro informazioni e pongono un problema cruciale di questa campagna elettorale:

1) il tempo del Governo è limitato allo stretto indispensabile, come deve essere nel corso delle campagne elettorali;

2) nei tg Rai il Pd risulta al momento sovrarappresentato e il M5S sottorappresentato, mentre nella settimana precedente c’era stato un equilibrio praticamente perfetto;

3) le forze minori e/o di nuova formazione devono ricevere una maggiore rappresentazione nei telegiornali;

4) il problema più serio riguarda le coalizioni, in particolare quella di centrodestra formata da Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d’Italia e il cosiddetto “quarto polo”. Tutti insieme, infatti, risultano sovrarappresentati in alcuni tg Rai e nelle edizioni principali dei tg Mediaset (tranne il Tg5), con punte anche superiori al 40% – sebbene vada considerato che notiziari come il Tg4 e Studio Aperto dedicano pochi minuti alla politica. Occorre intendersi fin d’ora: è vero che ogni lista/forza politica, per legge, ha il suo programma e il suo capo, ma è anche vero che se quattro forze politiche hanno deciso di dare vita a una coalizione per sostenere lo stesso candidato nei collegi uninominali, queste non possono poi aspettarsi di essere conteggiate quattro volte rispetto ai propri competitori. Quello delle coalizioni è un serio problema interpretativo che si porrà soprattutto nei prossimi giorni, con la presentazione delle liste e dei candidati. Durante la discussione della delibera sulla par condicio, in Vigilanza, la questione era stata posta anche dalla relatrice del M5S Mirella Liuzzi, ma non ha incontrato l’interesse della maggioranza della Commissione. Come Presidente della Vigilanza Rai, mi sto attivando con l’Autorità di garanzia e con la Rai affinché questo specifico punto della par condicio sia correttamente interpretato e applicato.

Vi terrò aggiornati, nel frattempo vi invito a consultare i dati ogni settimana su Open Tg

Al via il Villaggio Rousseau. Buon lavoro a tutti!

Il programma del Villaggio Rousseau il 19, 20 e 21 gennaio a Pescara

Oggi a Pescara prende il via il Villaggio Rousseau. Si approfondiranno il programma del MoVimento 5 Stelle e tanti altri temi legati anche agli enti territoriali e all’Europa. Tre giorni all’insegna della formazione, del confronto e della partecipazione. Purtroppo non potrò essere presente fisicamente a Pescara per esigenze familiari, ma sarò lì con il pensiero. Un abbraccio e buon lavoro a tutti!