Archivi tag: comune 5 stelle

L’appello dei sindaci M5S contro il gioco d’azzardo

sindaci5stelle L’azzardo di massa sta segnando sempre di più il volto delle nostre città: negozi e botteghe artigiane chiudono e al loro posto proliferano sale da azzardo. Nel 2016 in Italia, si sono “giocati” 95 miliardi: 7,9 miliardi al mese, 260 milioni al giorno, quasi 11 milioni l’ora. Una somma pari al 4,75% del PIL, al 12% della spesa delle famiglie, su cui ricadono i drammi umani, aggravati da indebitamento ed usura. Le comunità locali, insieme alle autorità di pubblica sicurezza e alle forze di polizia, sono i primi sensori in grado di percepire i rischi per la salute e il degrado urbano legati a questa grande piaga sociale.
Per questo i sindaci del MoVimento 5 Stelle lanciano un appello contro il gioco d’azzardo con questa lettera aperta. Leggetela e condividetela. È una battaglia importantissima per il benesse della comunità.

Sindaco M5S di Bagheria “inavvicinabile” e la mafia rinuncia agli appalti del Comune

news_img1_65029_patrizio-cinqueIl sindaco è “inavvicinabile” e per questa ragione la famiglia mafiosa decide di “non occuparsi più di appalti del comune”. Succede in Sicilia, a Bagheria, comune amministrato dal MoVimento 5 Stelle. Il primo cittadino a cui fa riferimento il pentito di Cosa nostra in occasione del processo “Panta rei” è il nostro Patrizio Cinque. Lui e l’amministrazione M5S sono un argine naturale al malaffare della criminalità organizzata. Ne hanno fermato persino i tentativi di avvicinamento. Da qui passa un’altra storia per Bagheria, e per il nostro Paese. Buon lavoro a Patrizio e a tutto il suo gruppo. Avanti così!

L’azienda dei rifiuti di Livorno è salva. Chi erano gli incompetenti?

Aamps, l’azienda dei rifiuti di Livorno, è ufficialmente salva. Il Tribunale ha infatti disposto l’omologa del concordato preventivo in continuità, la strada che il MoVimento 5 Stelle aveva scelto per tirare l’azienda fuori dai debiti e dalla condizione di mala gestione lasciati in eredità dai precedenti amministratori. Quella che era una partecipata schiacciata dalle inefficienze, da 42 milioni di debiti, oggi sta cominciando a macinare utili, a modernizzarsi e a riorganizzarsi al proprio interno. A chi mesi fa dipingeva la città come una discarica a cielo aperto e l’amministrazione del M5S come incapace a risolvere la situazione chiediamo adesso: chi erano quindi gli incompetenti?
Qui trovate l’intervento di Filippo Nogarin Sindaco di Livorno . Questa è una vittoria per tutti i cittadini di Livorno

Più strumenti ai comuni per la lotta al gioco d’azzardo. La proposta di legge del M5S su Lex

Nel 2016 la raccolta da gioco d’azzardo in Italia è stata di 95 miliardi di euro, con una crescita di 6 miliardi rispetto all’anno precedente. Ciò significa aumento del volume di gioco e di persone che giocano, in particolare nella fascia dei giovani. Al gioco sono stati persi 18 miliardi. Ai danni economici si aggiungono quelli per la salute: in Italia circa un milione di persone è affetta da azzardopatia e sono due milioni i giocatori a rischio.
Il MoVimento 5 Stelle è in prima linea nella battaglia contro il gioco d’azzardo. Da qualche giorno sulla piattaforma Lex c’è la proposta di Legge M5S, a prima firma Matteo Mantero – M5S, che intende dare nuovi strumenti di contrasto all’azzardo ai comuni, le amministrazioni che rappresentano il primo argine sul territorio rispetto al dilagare di questa piaga. Gli iscritti al M5S, attraverso suggerimenti e proposte, possono contribuire tutti al miglioramento della legge. Il mio collega Matteo Mantero vi spiega nel dettaglio questa proposta di legge.

La scuola a energia pulita

Guardate come a Sedriano, comune amministrato dal MoVimento 5 Stelle, si interviene per la riqualificazione energetica della città. L’assessore alla pianificazione urbanistica e ambientale spiega in questo video il funzionamento dell’impianto fotovoltaico installato sul tetto di una scuola: con energia pulita si sopperisce al fabbisogno della struttura. Grande! Passaparola

Comuni5stelle.it, il sito che raccoglie tutti i risultati delle amministrazioni M5S

comuni 5 stelle

Ecco uno strumento a disposizione di tutti per conoscere cosa è stato fatto dal MoVimento 5 Stelle nei comuni che amministra. Sul sito www.comuni5stelle.it sono raccolti tutti i risultati raggiunti dai sindaci e consiglieri M5S. Governiamo in 37 comuni italiani, da Sarego nel 2012 a Vimercate nel 2016, dove si mettono in pratica programmi scritti insieme ai cittadini. In 10 comuni non esiste più da tempo Equitalia e in nessuno è aumentato il debito. In alcune città stiamo sperimentando il Reddito di Cittadinanza comunale restituendo la dignità a tante persone, e abbiamo introdotto pratiche innovative come il bilancio partecipato. Date un’occhiata e passate parola!

Un risultato storico. Buon lavoro a tutti

Ci dicevano “se non candidate nomi forti, nomi noti” non andrete da nessuna parte. Ci dicevano “siete spaccati, siete divisi”. Ci dicevano che la nostra era solo un’utopia, che la nostra era solo una protesta che non avrebbe portato a niente.
E invece. E invece oggi festeggiamo un risultato storico, mettiamo su un nuovo mattone nella realizzazione di un progetto voluto e sostenuto da milioni di cittadini. Il progetto del MoVimento 5 Stelle.
Abbiamo vinto perché abbiamo mantenuto la nostra coerenza, senza derogare ai nostri principi, cosa che invece hanno fatto e fanno i partiti.
Non ci siamo arresi e non abbiamo scelto la strada facile, quella fatta di sciorciatoie, quella che sembra la più immediata, la più ovvia, ma che in realtà non ti permette di andare avanti, di viaggiare lontano. Abbiamo abbracciato una prospettiva più ampia, un progetto che guarda oltre, che stiamo costruendo con impegno quotidiano dentro e fuori le Istituzioni. E stiamo avendo ragione, uniti come siamo più che mai, senza spaccature, senza correnti. Cittadini, portavoce, nuovi eletti, Beppe Grillo, Davide Casaleggio, consiglieri nelle regioni e nei comuni: stiamo lavorando tutti insieme per un progetto comune.
E oggi il nostro lavoro continua con umiltà, coerenza, tenacia e passione. Con Virginia, con Chiara, con tutti i nuovi sindaci del MoVimento 5 Stelle.
Buon lavoro a tutti e coraggio.

La Cura 5 Stelle a Bagheria funziona!

cinqueroePasquale Di Salvo, detto “u pupiddu”, uno dei 38 fermati nel blitz antimafia “Panta rei”, è intercettato dai carabinieri mentre ssi sfoga con il fratello, lamentando le difficoltà riscontrate nella gestione dei suoi affari illeciti nel settore dei rifiuti.

Riferendosi al sindaco M5S di Bagheria Patrizio Cinque, spiega: “Come vede due, tre persone, si apparecchia l’orecchio e ti manda gli sbirri, eh… non puoi avvicinare un assessore, non puoi avvicinare a nessuno perché già subito fa… dice… di cosa state discutendo, cosa state progettando? CON QUESTO SINDACO che c’è qui… QUESTO DENUNCIA TUTTI… NEANCHE GLI OCCHI PER PIANGERE RESTANO”.

Vi rendete conto di quanto sia vitale per il corretto funzionamento di un’amministrazione e per la vita di una comunità avere nelle Istituzioni persone pulite e oneste, che non hanno dovuto cedere a compromessi per essere eletti. Onestà e coerenza sono le migliori armi per sconfiggere le mafie.

Il M5S sta riportando la legalità e la speranza di poter vivere in un Paese migliore.

Coraggio!

“BISOGNA FARE UN MONUMENTO A NOGARIN”

monumetonogarin

Il sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanze Enrico Zanetti, di Scelta Civica, ha dichiarato pubblicamente in tv che quello che ha fatto Nogarin con AAMPS è un cambiamento epocale, proponendo anche di fare un monumento al sindaco M5S. E’ un’ottima idea. Davanti al Nazareno ci starebbe benissimo.

La sua dichiarazione: “Su quello che sta avvenendo a Livorno, dico francamente e con chiarezza che farei la stessa e identica cosa. Anzi: è da fare un monumento al sindaco Nogarin che mette in concordato preventivo una società che non ha palesemente la possibilità di funzionare per come è messa e che solo attraverso formule di questo tipo potrà prevedere una sua rimessa in discussione forte.

Quando una partecipata non funziona perché è stata appesantita per nomine clientelari, ha palesemente degli organici idonei non a svolgere servizi, ma a dare stipendi, è inutile continuare ad andare avanti. Bisogna mettere un punto. E questo porta anche qualche momento di disagio mentre si fa un vero e proprio cambiamento epocale!”
Enrico Zanetti, sottosegretario del governo al Ministero dell’Economia

Il comune di Quarto esce dall’Anci

Rosa Capuozzo - Quarto 5 Stelle

Il Comune di Quarto, il primo amministrato dal M5S in Campania, uscirà dall’Anci, l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, ora presieduta da Piero Fassino. Il sindaco Rosa Capuozzo con la giunta e la maggioranza in consiglio hanno deciso di prendere questa decisione nell’interesse della città e della popolazione per due ordini di ragioni. Le precedenti amministrazioni hanno lasciato in eredità un bilancio disastrato che occorrerà rimettere in sesto attraverso la riduzione degli sprechi e una gestione oculata delle finanze pubbliche. I 7.500 euro necessari per l’iscrizione all’associazione rientrano tra le spese che possono essere tagliate senza creare disagi alla cittadinanza. E così sarà fatto. C’è poi un’altra motivazione non meno importante della prima, legata alla reale convenienza e opportunità di restare a far parte di un’associazione che dal 2011, cioè dopo l’accordo concluso dalla precedente giunta, a Quarto non ha prodotto alcun progetto utile, alcun servizio e alcun ritorno economico tangibile per la comunità. Il sindaco Capuozzo e la giunta destineranno risorse e attenzione a iniziative che rispondano alle effettive esigenze dei cittadini.