Archivi tag: Europa 5 Stelle

Approvato al Parlamento europeo il regolamento M5S sull’etichettatura energetica

Con la piattaforma Rousseau tanti cittadini hanno potuto partecipare alla realizzazione di un regolamento europeo. Nello specifico si tratta di quello voluto dal Movimento 5 Stelle sull’etichettatura energetica di cui si parla in questo video. Grazie al portavoce Dario Tamburrano l’etichetta 2.0 è diventata realtà col voto dell’assemblea plenaria nei giorni scorsi. È un balzo verso il futuro che si compone di più elementi: QR code, “smart appliances” e database europeo. Guardate qui:

Reddito di cittadinanza, primo sì dal Parlamento Europeo

Notizie da MoVimento 5 Stelle Europa: arriva un importante monito del Parlamento europeo sul reddito di cittadinanza. La Commissione Lavoro e Affari sociali ha approvato la Relazione per le politiche degli Stati membri a favore dell’occupazione (la relatrice è la nostra eurodeputata Laura Agea) ed è stato è stato raggiunto e votato favorevolmente questo compromesso:
“Gli Stati Membri devono introdurre un reddito minimo, come una delle misure per ridurre la povertà, proporzionata alla specifica situazione socio-economica nello Stato Membro in questione”.
Tutti i Paesi europei devono dunque dotarsi di forme di sostegno al reddito per combattere povertà ed esclusione sociale. In Italia il Movimento 5 Stelle è l’unica forza politica che chiede il reddito di cittadinanza. Adesso il rapporto andrà in plenaria dove sarà votato nel mese di luglio. Stay tuned!

La Campania non ha speso i fondi per la bonifica delle terre inquinate

La Campania non ha ancora speso i fondi a disposizione per la bonifica di terre inquinate, come la Terra dei fuochi: è quanto emerge dalla risposta della Commissione europea all’interrogazione del nostro europarlamentare Piernicola Pedicini.
La Commissione europea spiega che “il programma operativo 2007-2013 per la Campania, cofinanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale fornisce un sostegno a misure di ripristino dei siti contaminati nella regione Campania, compresa la ‘Terra dei fuochi’, che prevede uno stanziamento di 140 milioni di euro”.
La Commissione europea spiega che però “finora sono stati certificati all’Unione europea circa 8 milioni di euro”.
Questo dimostra che al di là delle parole sbandierate in campagna elettorale, l’emergenza Terra dei fuochi non è mai stata una priorità per la precedente giunta e chissà se lo diventerà per quella che, forse, si insedierà – visto che De Luca sarà sospeso a breve. A causa del pasticcio del Pd ci ritroviamo a dover affrontare i problemi giudiziari dell’ex sindaco di Salerno e non le soluzioni che questa terra aspetta da anni. Ma ora la musica cambierà perché nel consiglio regionale della Campania ci saranno anche i nostri portavoce che non daranno tregua e lavoreranno perché drammi come quello della Terra dei Fuochi vengano finalmente risolti.