Archivi tag: inquinamento

Interpellanza urgente su Napoli Est

interpellanza-urgente

Da decenni l’aria, l’acqua, il suolo di buona parte della periferia orientale di Napoli sono avvelenati.

Nei terreni e nelle falde acquifere si annidano sostanze pericolosissime. L’aria è irrespirabile, soprattutto di notte a causa della pulizia dei silos dei depositi petroliferi presenti nella zona. L’acqua dai rubinetti fuoriesce a volte oleosa o nera, come avvenuto di recente senza che alcuna istituzione abbia fornito ai cittadini una spiegazione.

Nell’area di San Giovanni a Teduccio l’incidenza di patologie tumorali, anche fra i giovani, è fortissima, come qualunque residente ha potuto, per dolorosa esperienza diretta, constatare.

Alla devastazione ambientale e ai rischi per la salute, si è aggiunta la notizia a dicembre di un’indagine della Procura di Napoli che ha messo nel mirino uno degli impianti di stoccaggio della zona per la presunta violazione della normativa in materia di smaltimento di sostanze pericolose.

Questa è l’attuale fotografia di Napoli Est con cui la politica deve fare i conti assumendosi le proprie responsabilità.

Per questo motivo ho presentato un’interpellanza urgente al Governo che oggi dovrà riferire in Aula sui ritardi, i mancati interventi, le bonifiche infinite, la mancata trasparenza, l’insopportabile indifferenza di fronte agli allarmi lanciati dagli abitanti.

I cittadini di Napoli Est meritano attenzione, risposte e interventi immediati.

 

La Campania non ha speso i fondi per la bonifica delle terre inquinate

La Campania non ha ancora speso i fondi a disposizione per la bonifica di terre inquinate, come la Terra dei fuochi: è quanto emerge dalla risposta della Commissione europea all’interrogazione del nostro europarlamentare Piernicola Pedicini.
La Commissione europea spiega che “il programma operativo 2007-2013 per la Campania, cofinanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale fornisce un sostegno a misure di ripristino dei siti contaminati nella regione Campania, compresa la ‘Terra dei fuochi’, che prevede uno stanziamento di 140 milioni di euro”.
La Commissione europea spiega che però “finora sono stati certificati all’Unione europea circa 8 milioni di euro”.
Questo dimostra che al di là delle parole sbandierate in campagna elettorale, l’emergenza Terra dei fuochi non è mai stata una priorità per la precedente giunta e chissà se lo diventerà per quella che, forse, si insedierà – visto che De Luca sarà sospeso a breve. A causa del pasticcio del Pd ci ritroviamo a dover affrontare i problemi giudiziari dell’ex sindaco di Salerno e non le soluzioni che questa terra aspetta da anni. Ma ora la musica cambierà perché nel consiglio regionale della Campania ci saranno anche i nostri portavoce che non daranno tregua e lavoreranno perché drammi come quello della Terra dei Fuochi vengano finalmente risolti.

Inquinamento e criminalità nel casertano: ora a Montecitorio conferenza su Cava Cesque

cava-cesque_edt

Ora a Montecitorio conferenza stampa del ‪Movimento 5 Stelle sul caso della cava Cesque (sita in Falciano del Massico, provincia di Caserta), e sulle importanti novità in merito a una vicenda che persiste da molti anni. La Cava è stata sottoposta più volte a sequestro per reati che riguardavano lo sversamento illecito ed il miscelamento di rifiuti pericolosi. Si tratta di una questione di particolare interesse sia dal punto di vista ambientale che amministrativo, per la presunta irregolare applicazione delle procedure di controllo antimafia.Il sito è stato oggetto di diverse vicende giudiziarie, e figura anche nell’ordinanza di custodia cautelare della DDA di Napoli del 06/12/2011 che ha portato all’arresto dell’ex sottosegretario Nicola Cosentino. Seguite l’incontro in diretta streaming. Intervengono Vilma Moronese Cittadina Senatrice M5S, Paola Nugnes Cittadina Senatrice M5S, Giulia Sarti, Luigi Di Maio e Valeria Ciarambino.