Archivi tag: meetup

Dieci anni dal V-Day

Riguardo le fotografie del V-Day a Piazza dei Martiri e a Piazza Dante a Napoli, rileggo i post di allora sul mio meetup. È “ieri” e, allo stesso tempo, un’altra vita. Ho letto diversi articoli in questi giorni su quanto il Movimento abbia cambiato l’Italia, a partire dal V-Day del 2007, su quanto la politica abbia cambiato noi. La convenzione del tempo ci porta a fare analisi lineari, verticali, e per questo limitate. È quasi tutto vero quello che è stato scritto, anche se i punti di vista differenti e parziali vanno integrati per avere una visione il più possibile onesta di un fenomeno complesso e ancora in pieno divenire.

Fu una giornata rivoluzionaria e emozionante, quella di una piazza che decretò pacificamente la fine della politica dei partiti. Persone di tutte le età, culture, provenienze sociali, scesero in strada per dire: ci siamo, ascoltateci, diciamo no al decadimento etico e morale di una politica che non ci rappresenta più. In centinaia di ragazzi preparammo banchetti e gazebo in tutta Italia senza strutture né istituzioni. Mettemmo in piedi un’organizzazione incredibile spontaneamente, con pochissimi mezzi, un esempio di intelligenza collettiva. Ognuno si dava da fare secondo le proprie possibilità e mezzi cercando di capire come poter contribuire alla realizzazione dell’iniziativa. La partecipazione fu enorme: sin dal mattino folle di cittadini si misero in fila e aspettarono di poter firmare, così da esercitare uno dei pochi diritti costituzionali di partecipazione diretta alla vita del paese.

Quest’onda inarrestabile è entrata nelle istituzioni, per completare l’opera di cambiamento e ricostruzione. L’effetto è stato dirompente, ha costretto il potere e il privilegio a nascondersi o a travestirsi in pubblico da semplicità e sobrietà. Per contro, l’impatto ha un po’ contenuto l’onda, obbligandola a prendere una forma. Non credo – come qualcuno ha scritto – che le formalità dei palazzi e le consuetudini dei loro dintorni, a cui è stato più difficile di quanto pensassimo sottrarsi anche nel rispetto degli incarichi che ricopriamo, ci abbiano cambiato nel profondo. E neanche il mutato rapporto con la potenza del sistema mediatico. Sarebbe a mio avviso molto pericoloso negare i rischi delle pressioni, dell’attenzione al consenso, della vanità nutrita dalla sovraesposizione, dello stordimento che può dare la responsabilità di poter finalmente intervenire sulla vita pubblica, dopo anni di frustrazione fuori e dentro le istituzioni a rimbalzare contro muri di gomma.
Tolte le carriere e tolti i soldi – quelli veri – dalla politica, le debolezze umane sono le nostre possibili trappole, e ognuno di noi è chiamato a farci i conti personalmente, qualunque sia il suo ruolo nella società. Ma quel fermento collettivo, condiviso, è più forte delle possibili imperfezioni di noi singoli, e l’onda partita dieci anni fa, un’onda che tutti insieme componiamo, ci salverà dal fallimento, visto e rivisto, dell’uomo solo al comando. Finché saremo davvero Movimento potremo faticare e impiegare tutto il tempo che serve per la rivoluzione culturale che abbiamo promosso e che ha travolto questi anni, ma saremo davvero cambiamento e non solo sostituzione di potere.

10 anni del Meetup di Rivoli

rivoli_30-06-2017-edt

Il Meetup di Rivoli compie dieci anni! E venerdì festeggeremo questo speciale compleanno nel corso di una serata a cui parteciperanno cittadini e portavoce MoVimento 5 Stelle, tra cui il mio collega Ivan Della Valle, tra i fondatori del meetup. Sarà l’occasione per ricordare quanto fatto in questi anni e per parlare del lavoro e dell’impegno dei meetup sul territorio. Appuntamento alle 19.30 in via Ivrea 71/b (Sciabà Cresceria).
Vi aspettiamo!

La nuova funzione di Rousseau: Call to Action

Ciao a tutti, voglio raccontarvi la nuova funzione che abbiamo sviluppato sulla nostra piattaforma Rousseau e che si chiama Call to Action. Call to Action vuole realizzare un’idea semplice, ma ambiziosa: dare la possibilità a tutti i cittadini di partecipare, socializzare e collaborare su progetti condivisi costruendo, grazie al potere della Rete, un ponte che faccia incontrare chi vuole mettersi al servizio della comunità con chi, invece, vuole fare appello alle risorse della comunità stessa.

Partendo dai meetup nel 2005, luoghi dove è cominciata questa grande sperimentazione, siamo arrivati a sviluppare un’applicazione nostra, Call to Action, grazie alla quale ogni iscritto a Rousseau può proporre “una chiamata all’azione”, una “call to action” appunto, indirizzata al proprio territorio.
Cliccando su “crea iniziativa” è possibile dare vita a un’azione di cittadinanza attiva descrivendo la proposta dell’evento che si vuole realizzare sul proprio territorio, il luogo, l’ora, il numero di persone coinvolte e/o gli strumenti che sono necessari per svolgere l’attività.
Ogni evento o progetto diventa “attivo” con la partecipazione di un numero minimo di persone e consente di partecipare a tutti coloro che vogliano contribuire mettendo a disposizione della comunità le proprie conoscenze, competenze o risorse.

Le categorie di iniziative previste sono:
– la “MobilitAzione” che raccoglie le azioni finalizzate a prendersi cura del proprio territorio, come incontrarsi per pulire un parco o una spiaggia;
– la “CollaborAzione” per promuovere iniziative di aiuto per chi è in difficoltà;
– l’“InformAzione” della cittadinanza, per lanciare iniziative per esempio di volantinaggio o di sensibilizzazione su temi specifici;
Si possono anche condividere competenze o conoscenze. Per esempio, professionisti o esperti che vogliano spiegare come si legge un bilancio comunale o un piano urbanistico possono farlo con un’attività di “FormAzione” organizzata dagli iscritti.
Si possono prevedere giornate di incontro su questioni legate al territorio – dalla mobilità cittadina alla qualità dell’aria – con la categoria “ArgomentAzione”.
E poi ancora: “SegnalAzione” per evidenziare problemi sul territorio; “InterAzione” per scambiare o barattare libri, giocattoli o materiali riciclabili; “SocializzAzione” per mettere a insieme risorse o servizi.
Call to Action si pone un obiettivo fuori dall’ordinario: immaginare, grazie alla collaborazione digitale della Rete, nuovi modelli di condivisione che eliminano l’intermediazione, riescono a promuovere la filiera corta, creano forme di cooperazione su temi concreti basati sulla fiducia.

Gianroberto Casaleggio scriveva: “Il web non sostituisce il luogo fisico, ma lo integra e lo completa” e Call to Action è proprio questo: uno strumento di collaborazione digitale per agire sul proprio territorio e diventare così tutti “Sindaco” del proprio quartiere, della propria città.

Accedi a Rousseau e proponi la tua Call to Action!

Due appuntamenti a Portici e a Napoli per parlare di riforma costituzionale e referendum

agenda_1617-09-2016

La battaglia per il referendum è importantissima. Bisogna far conoscere a tutti i rischi per la democrazia che la riforma costituzionale firmata da Renzi-Boschi-Verdini implica. L’impegno a informare quante più persone possibile deve essere di tutti. E noi chiaramente non ci sottraiamo. Per questo siamo e saremo ovunque per discuterne.

Per il prossimo fine settimana invito i napoletani e i campani a partecipare a due eventi dedicati ai temi della consultazione referendaria che si terranno a Portici e a Napoli.

Venerdì 16 settembre alle 17.00 prenderò parte insieme ad altri portavoce del M5S e a docenti universitari al dibattito “L’equilibrio tra i poteri dello Stato: cos’è e come cambia nella riforma Renzi-Boschi”, in occasione della Festa delle Stelle a Portici. Per avere informazioni sull’iniziativa cliccate qui

Sabato, invece, appuntamento dalle 18.00 in Villa Comunale a Napoli. Il Meetup ha organizzato un evento con giuristi, costituzionalisti, parlamentari per spiegare i motivi per cui è necessario votare NO alla riforma costituzionale voluta dal governo. Vi aspettiamo dalle 18.00.

Partecipare e informare è fondamentale. Loro non si arrenderanno mai, noi neppure!
Passaparola!

Per la prima volta il M5S entra nel Consiglio comunale di Napoli

13770369_10210047597415844_5564262296390835973_nOggi per la prima volta i portavoce del Movimento 5 Stelle saranno nel consiglio comunale di Napoli. Per tutti noi è una giornata importante, anche perché il caso ha voluto che coincidesse con una data che negli anni ha assunto un valore particolare per tutti coloro che hanno contribuito a rendere il Meetup di Napoli uno dei più significativi laboratori culturali, prima ancora che politici, della città. Il 18 luglio è infatti anche il giorno in cui è nato il Meetup Amici di Beppe Grillo di Napoli e la presenza di due portavoce del M5S in consiglio segna una nuova fondamentale tappa di quel percorso nato anni fa. Con Matteo Brambilla e Francesca Menna non entrano in consiglio solo due rappresentanti dei cittadini, ma una vera e propria rete di cittadini, nonché di idee e progetti elaborati in questi anni per migliorare la nostra città. Auguro di tutto cuore a Francesca e Matteo buon lavoro. Metteranno al servizio della comunità la loro competenza, passione, il loro impegno. Il nostro viaggio continua! Avanti tutta!

Al lavoro sul programma per Napoli!

Meetup Napoli riunione

Centinaia di napoletani sono da settimane al lavoro per progettare il futuro della città. Grazie al contributo e alla partecipazione di tanti cittadini stiamo scrivendo il programma per Napoli. Incontri aperti a tutti in cui si discute dei problemi da risolvere e delle bellezze da valorizzare. Domani ci riuniremo nuovamente per continuare i tavoli di lavoro su ambiente, turismo, mobilità sostenibile e tante altre tematiche che interessano i cittadini. Ci vediamo dalle 15:00 al centro polifunzionale di Piscinola (via Nuova Dietro la Vigna, 1). Ci sarete?

Rassegna stampa – Intervista Corriere del Mezzogiorno 16/10/2015

Sono d’accordo con Paolo Siani. Non basta una persona perbene per amministrare una città. Soprattutto se viene scelta e utilizzata dai partiti per coprire ciò che non va, come pensa di fare il Pd. Per cambiare serve un movimento di cittadini che sia onesto in tutte le sue composizioni e abbia un progetto reale per la città.

La mia intervista sul Corriere del Mezzogiorno.

I Meetup a Italia 5 Stelle

Fico Di Battista Meetup

A Italia 5 stelle ci sarà un grande gazebo dedicato ai meetup di Italia. Sarà uno spazio libero a disposizione di tutti quelli che fanno attivismo disinteressato sul territorio, in rete, senza bandiere, con il solo scopo di migliorare la vita della comunità.
Ci incontriamo per stare insieme, confrontarci, proiettare video, lasciare testimonianze (scritte e video).
Nelle mattinate di sabato (11.30 – 14.30) e domenica (10.30 – 13.30) ci confronteremo sul percorso e il senso dei meetup, con approfondimenti sui contenuti della lettera pubblicata sul Blog lo scorso 19 luglio. Si parlerà dei progetti realizzati e delle idee nate in tutti i laboratori di Italia, interessantissimi e talvolta rivoluzionari, condividendo e mettendo a confronto le esperienze virtuose e le criticità, per un arricchimento reciproco. Sarà inoltre allestito un percorso narrativo per immagini per ripercorrere i 10 anni dall’apertura dei primi meetup.

Ci vediamo a Imola!

Napoli, al via i tavoli di lavoro per il programma comunale

Meetup Napoli_tavoli di lavoro

Napoli ha bisogno di Napoli!
Domani con il meetup iniziamo a lavorare sul programma che scriveremo insieme in vista delle elezioni comunali. Tratteremo tutti i temi e le questioni che interessano la città. Parleremo di Bagnoli, di turismo, del futuro del Porto, del Centro storico, di gestione dei rifiuti, di sicurezza, lavoro, di Napoli Est e di tanto altro. Ci riuniremo dalle ore 10.00 e per tutta la giornata fino alle 20.00 al centro culturale “La città del sole” (vico Giuseppe Maffei 18/4, traversa di San Gregorio Armeno), e avvieremo i tavoli di lavoro.
L’incontro è aperto a tutti coloro che hanno voglia di impegnare un po’ del proprio tempo per contribuire al miglioramento della nostra città. Siete tutti invitati a partecipare! Esserci è importante, abbiamo una grande opportunità, non sprechiamola.
A domani!

I MEETUP A IMOLA

meetup a imola

Cari organizer,

come sapete i prossimi 17 e 18 ottobre ci vedremo tutti a Imola per Italia a 5 stelle. Ci sarà un grande gazebo dedicato ai meetup di Italia.

I meetup sono il cuore pulsante di questa incredibile rivoluzione che stiamo portando avanti. Il laboratorio delle nostre idee, dove tutti abbiamo ritrovato la speranza, la forza, la voglia di far vivere il sogno della comunità che insieme vogliamo realizzare. Nei meetup incontriamo ogni giorno la possibilità di riappropriarci dei nostri territori, della nostra ricchezza, del nostro futuro. Insieme, confrontandoci e facendo rete. Sarà una grande festa e una incredibile occasione per raccontarci e scambiarci esperienze.

Dedicheremo parte del nostro tempo al racconto di quanto abbiamo realizzato nei nostri territori. Il resto del tempo lo dedicheremo al confronto e al dialogo. Affinché il percorso di ciascun gruppo possa essere condiviso e arricchirsi nello scambio, diventando patrimonio di tutti.

Vi chiediamo di inviare, se volete, la descrizione sintetica (circa 3000 battute) di un progetto che avete realizzato e vi piacerebbe condividere a meetup.org@beppegrillo.it, indicando nell’oggetto “incontro meetup a Imola”, entro il 15 settembre. Li vaglieremo e cercheremo così di organizzare al meglio il tempo che abbiamo a disposizione. Parlando di temi, ma anche del modo nuovo di condivisione di cui siamo portatori.

Ci vediamo tutti ad Imola!

Roberto Fico e Alessandro Di Battista