Archivi tag: Paola Nugnes

Mi candido a Napoli nel collegio uninominale di Fuorigrotta

Ho deciso di candidarmi alla Camera anche in uno dei collegi uninominali della mia città, quello di Fuorigrotta che ricomprende i quartieri di Bagnoli, Soccavo, Pianura e Chiaiano. È una scelta di cui sento profondamente il senso. Parte della mia vita è legata a questi luoghi e con il Meetup di Napoli e il MoVimento 5 Stelle siamo da sempre in prima linea al fianco dei cittadini di questi quartieri in tante battaglie per la tutela dell’ambiente e della salute e per migliorare le condizioni di vita della comunità.

Penso a Bagnoli, l’eterna incompiuta della nostra città, il simbolo delle promesse tradite da parte della politica. Un quartiere dalle potenzialità enormi, perennemente proiettato in un futuro che non si è mai realizzato. Bagnoli aveva bisogno di bonifiche prima di ogni cosa, e di un progetto di rinascita che partisse dall’ascolto di chi vive il territorio. Ha ricevuto solo parole, decisioni calate dall’alto, inefficienza, diventando il terreno di scontro per arrivismi e ambizioni da più parti.

Penso a Pianura e a Chiaiano, dove abbiamo lottato contro l’apertura delle discariche giorno e notte senza risparmiarci. Periferie abbandonate a loro stesse, di cui lo Stato si ricorda solo quando deve trovare un posto dove sversare rifiuti.

Con me c’erano tantissime persone che non si sono arrese a uno stato di cose, che hanno gridato la loro indignazione e l’hanno trasformata in impegno, progetti, studio. Come Paola Nugnes, che ha portato in Senato il suo lavoro sui temi dell’ambiente, dalla gestione virtuosa dei rifiuti alla lotta alle ecomafie, focalizzando sempre l’attenzione sulle esigenze dei territori. Come il gruppo di attivisti della zona occidentale, sempre presenti, instancabili guardiani dei beni comuni, dall’unico polmone verde che deve essere accessibile gratuitamente ai residenti, ai grandi patrimoni che si concentrano in questa parte della città e che devono diventare volano di sviluppo e ricchezza per tutti i napoletani e non preda di affaristi e speculatori.

Il nostro impegno resta intatto. Abbiamo iniziato questo viaggio fuori dalle istituzioni, inascoltati dai partiti, cercando di superare il muro di gomma che gli stessi partiti ponevano di fronte alle nostre istanze e proposte. Ci siamo fatti portavoce di queste in Parlamento, nelle regioni, nei comuni e continueremo a farlo, con coerenza e passione, lavorando al servizio della collettività. Perché è così che interpretiamo il nostro impegno come parlamentari, consiglieri, sindaci, uno dei tanti aspetti che ci differenzia da chi ha fatto della politica uno strumento piegato ai propri interessi e ha condotto il Paese alla deriva.

Quello che proponiamo è un cambio di paradigma, una rivoluzione culturale che serve a Bagnoli, a Napoli, all’Italia per scrivere una nuova pagina in cui parole come comunità, beni comuni, ambiente, lotta alla criminalità organizzata saranno scritte in modo chiaro e mai dimenticate.

Scriviamo questa pagina insieme. Noi siamo pronti.

Coraggio!

P.S
Aspetto di vedere in questo collegio i nomi che saranno candidati dagli altri partiti.

Bagnoli, consiglio comunale e municipalità ignorati. Tradite le idee di condivisione e partecipazione

conf stampa bagnoli napoli 25 luglio 2017 fico Insieme ai consiglieri M5S del Comune di Napoli e della Municipalità Bagnoli – Fuorigrotta e insieme alla senatrice Paola Nugnes Cittadina al Senato con il M5S, oggi abbiamo tenuto a Napoli una conferenza stampa su Bagnoli e sulle criticità dell’accordo interistituzionale firmato dal sindaco, dal presidente della Regione Campania e dal Governo. Quella dipinta dal sindaco de Magistris come una vittoria non è altro che una resa. L’articolo 33 dello Sblocca Italia, infatti, rimane invariato. Questo significa che in ogni momento i programmi possono cambiare in corso d’opera, e gli enti locali possono essere esautorati e ignorati nelle loro istanze. E questo appare inaccettabile. Così come è irragionevole la modalità di lavoro scelta per arrivare a questa intesa. Il sindaco non ha mai interloquito con il Consiglio comunale né con la Municipalità, se non a ridosso della firma dell’accordo e quando tutto era già stato stabilito. Gli organi più vicini al territorio e rappresentativi della comunità sono stati totalmente bypassati. In un passaggio così importante per la città, i cittadini non sono stati coinvolti e l’idea stessa di partecipazione è stata tradita da chi ne ha fatto a parole una bandiera distintiva. Continueremo a tenere alta l’attenzione per impedire ogni tipo di speculazione a danno dei cittadini e perché siano tutelati ambiente e salute. Bagnoli aspetta nuova luce da troppi anni.

Scoperta nel casertano la più grande discarica abusiva d’Europa

In queste ore, nel casertano, gli uomini del Corpo forestale dello Stato stanno effettuando sopralluoghi e controlli nell’area ex Pozzi di Calvi Risorta in cui da venerdì sono in corso gli scavi. Quella che sta emergendo è la DISCARICA ABUSIVA PIÙ GRANDE d’EUROPA: un’estensione di 25 ettari e un volume di 2 milioni di metri cubi di rifiuti. Una delegazione M5S formata da Paola Nugnes Cittadina Senatrice M5Se Vilma Moronese Cittadina Senatrice M5S, componenti della commissione d’inchiesta sul ciclo di rifiuti, e dal consigliere regionale Vincenzo Viglione, è sul posto per controllare lo stato della situazione e i lavori in corso. L’indagine della Forestale ipotizza il reato di disastro ambientale. Tra il materiale riportato alla luce sarebbe stata trovata la prova che alcune aziende di vernici avrebbero interrato illecitamente i rifiuti.
Vilma Moronese è tornata poco fa dal sopralluogo. Ecco il suo commento:

“Sta venendo fuori l’inferno! Pensate che alcuni rifiuti tossici estratti prendono fuoco con il solo contatto dell’aria e alcune porzioni di terreno sempre reagendo con l’ossigeno cambiano colore. Al momento gli scavi sono arrivati a 9 metri di profondità. Cosa ha fatto il MoVimento 5 Stelle ? Come sempre avevamo denunciato tutto, accogliendo anche le richieste dei cittadini del nostro territorio. Mesi fa abbiamo presentato due interrogazioni alla Camera e al Senato, alle quali ancora oggi non abbiamo ricevuto risposta. Affronteremo la questione utilizzando tutti i mezzi a nostra disposizione, vogliamo che i colpevoli di tutto ciò la paghino. Con la legge sugli ecoreati adesso gli strumenti per assicurare almeno 20 anni di galera a questi criminali ci sono”.

Grazie al M5S approvata la legge sugli ecoreati

Vilma Moronese, Paola Nugnese, Salvatore Micillo, Massimo De Rosa - Ecoreati

“Finalmente grazie al MoVimento 5 Stelle l’Italia può avere una legge che punisce i delitti ambientali e che porta la prima firma del nostro Salvatore Micillo. Con l’approvazione della legge sugli Ecoreati del M5S realizziamo uno dei punti più importanti del nostro programma. È una data storica perché ci sono voluti venti anni per avere finalmente nel codice penale italiano cinque tipologie di reati contro l’ambiente. Era necessario che entrasse il MoVimento 5 stelle in parlamento per ottenere una legge che nessuno prima ha avuto il coraggio di fare. Abbiamo iniziato due anni fa a lavorare in commissioni e in aula, abbiamo ascoltato associazioni, comitati, cittadini, ambientalisti, magistrati e tutti coloro che hanno potuto dare un contributo costruttivo a questa legge. L’abbiamo fatto per realizzare uno dei punti più importanti del nostro programma e oggi quello che sembrava un sogno è diventato realtà.
Da domani nessun inquinatore potrà scampare alla legge. È una vittoria che dedichiamo a tutto il popolo inquinato, alle vittime delle sentenze per prescrizione, lo dedichiamo alle vittime di Eternit, della Terra dei Fuochi, dell’Ilva e lo dedichiamo a chi verrà dopo di noi e alle future generazioni.”
M5S Parlamento

Inquinamento e criminalità nel casertano: ora a Montecitorio conferenza su Cava Cesque

cava-cesque_edt

Ora a Montecitorio conferenza stampa del ‪Movimento 5 Stelle sul caso della cava Cesque (sita in Falciano del Massico, provincia di Caserta), e sulle importanti novità in merito a una vicenda che persiste da molti anni. La Cava è stata sottoposta più volte a sequestro per reati che riguardavano lo sversamento illecito ed il miscelamento di rifiuti pericolosi. Si tratta di una questione di particolare interesse sia dal punto di vista ambientale che amministrativo, per la presunta irregolare applicazione delle procedure di controllo antimafia.Il sito è stato oggetto di diverse vicende giudiziarie, e figura anche nell’ordinanza di custodia cautelare della DDA di Napoli del 06/12/2011 che ha portato all’arresto dell’ex sottosegretario Nicola Cosentino. Seguite l’incontro in diretta streaming. Intervengono Vilma Moronese Cittadina Senatrice M5S, Paola Nugnes Cittadina Senatrice M5S, Giulia Sarti, Luigi Di Maio e Valeria Ciarambino.

No allo smantellamento del Corpo forestale

11121784_855078557897112_4903983121243400090_n

Il disegno di legge Madia sulla riorganizzazione della PA prevede, tra le altre cose, la soppressione del Corpo Forestale dello Stato con trasferimento delle funzioni alla Polizia di Stato. In questo modo vengono, di fatto, depauperate le attività di controllo del territorio per la tutela dell’ambiente e della salute pubblica. I forestali rappresentano una forza che, più di tutte, svolge attività di polizia ambientale specializzata e il cui ruolo è stato negli ultimi anni decisivo nell’accertamento di gravi reati: un esempio per tutti il caso della Terra dei Fuochi. Oggi presentiamo alla stampa le proposte del M5S su questa vicenda e sul riordino della PA. La conferenza sarà trasmessa in streaming sulla web tv del Senato. Intervengono Elena Fattori Senato M5S(portavoce M5S in Senato – Commissioni Agricoltura e Politiche europee); Paola Nugnes Cittadina Senatrice M5S (portavoce M5S in Senato – Commissioni Ambiente e di inchiesta rifiuti); Vito Crimi (portavoce M5S in Senato – Commissioni Affari costituzionali, Giunta elezioni e Copasir); Patrizia Terzoni – M5S (portavoce M5S alla Camera – Commissione Ambiente); Massimiliano Bernini portavoce M5S (portavoce M5S alla Camera – Commissione Agricoltura); Rappresentanti del Corpo Forestale. Link diretta streaming: https://www.youtube.com/watch?v=jo1h16NC3nk . A partire dalle 12!