Archivi del mese: gennaio 2015

Quirinarie 2015

Domani gli iscritti al Movimento potranno votare il candidato M5S alla presidenza della Repubblica. Le votazioni inizieranno alle 9 e termineranno alle 14.00. Il candidato che otterrà il maggior numero di preferenze sarà poi votato dal M5S in Aula a partire dal primo scrutinio. Questo è il nostro metodo: trasparenza e partecipazione.

ps. stasera alle 21.15 interverrò in diretta su Radio 24 a “Effetto Notte”.

Quirinale, i 10 candidati del M5S

rosa_m5s

Dall’assemblea del gruppo parlamentare è uscita una rosa di nomi che, con l’aggiunta di Romano Prodi, verrà messa in votazione sul blog domani. Questo perché riteniamo di dover onorare l’impegno preso con i parlamentari del PD attraverso l’email inviatagli. Gli iscritti potranno esprimere una preferenza tra la rosa di nomi proposta. Il candidato che otterrà più voti sarà votato dal gruppo parlamentare sin dal primo scrutinio. Se dal quarto scrutinio i cambi di maggioranza dovessero portare ad un nome condiviso tra più forze politiche in Parlamento si deciderà come meglio muoverci con una votazione lampo sul blog.

I 10 candidati in ordine alfabetico:
Pierluigi Bersani
Raffaele Cantone
Lorenza Carlassare
Nino Di Matteo
Ferdinando Imposimato
Elio Lannutti
Paolo Maddalena
Romano Prodi
Salvatore Settis
Gustavo Zagrebelsky

Quirinale, l’assemblea del M5S

robn

Mentre Renzi e Berlusconi oggi si incontreranno per l’ennesima volta per decidere da soli il nome del prossimo presidente della repubblica, all’oscuro dei cittadini, noi siamo ora in assemblea, in diretta streaming, per stabilire una rosa di candidati da votare in rete nelle prossime ore. Le consultazioni fatte da Renzi nei giorni scorsi sono una farsa. Circa 400 parlamentari del Pd non conoscono ancora il nome da eleggere a 24 ore dal primo scrutinio. Noi coinvolgeremo i nostri iscritti in una fase importantissima per il nostro Paese. Con il patto del Nazareno Renzi e Berlusconi hanno decretato la fine della Repubblica. Il nostro esperimento di democrazia diretta è invece un ulteriore segnale di rinascita. Alla segretezza di patti e accordi, noi rispondiamo con la partecipazione, la trasparenza e l’onestà. Seguite la diretta.

Il candidato Presidente M5S – Diretta streaming

 10945766_861857667170549_421270697760860871_n
Oggi si riunisce l’assemblea dei parlamentari del M5S. Discuteremo di nomi e profili del Presidente della Repubblica. Lo faremo in streaming per dare a tutti gli iscritti spunti ed elementi per valutare. Dall’assemblea del gruppo parlamentare uscirà una rosa di nomi che, con l’aggiunta di Romano Prodi, verrà messa in votazione sul blog. Questo perché riteniamo di dover onorare l’impegno preso con i parlamentari del PD attraverso l’email inviatagli. Gli iscritti potranno esprimere una preferenza tra la rosa di nomi proposta. Il candidato che otterrà più voti sarà votato dal gruppo parlamentare sin dal primo scrutinio. Informiamo gli iscritti che, in ogni caso, se dal quarto scrutinio i cambi di maggioranza dovessero portare ad un nome condiviso tra più forze politiche in Parlamento decideremo come meglio muoverci con una votazione lampo sul blog.
Diretta streaming qui

Panta rei

Auguri ai miei colleghi che, a 48 ore dal primo scrutinio per l’elezione del Capo dello Stato, hanno deciso di lasciare il gruppo del Movimento 5 Stelle alla Camera, senza pensare, neanche per un secondo, di dimettersi dalla carica di parlamentare. Noi continueremo ovviamente a lavorare come abbiamo sempre fatto nel solo interesse dei cittadini, rimanendo ben saldi ai principi e ai valori di un Movimento in cui, com’è nella sua natura, tutto scorre e fluisce. Una caratteristica che personalmente continuo ad apprezzare molto. Panta rei.

Open Tg, pubblicati i risultati del monitoraggio dicembre 2014

Su Open Tg sono disponibili i risultati del monitoraggio aggiornati al mese di dicembre. Rispetto a quanto ho denunciato nei giorni scorsi, non si registrano purtroppo grandi cambiamenti. Nei tg Rai si assiste a un lieve riequilibrio tra le forze politiche e il blocco di maggioranza, con l’eccezione di Rai News 24 in cui la disparità di trattamento appare ancora consistente. Le notizie peggiori arrivano dai telegiornali Mediaset, che presentano dati molto allarmanti. In particolare su Tg4 e Studio Aperto il pluralismo politico è praticamente inesistente. Anche Sky Tg 24 conferma la sua tendenza e risulta fortemente schiacciato sull’asse governo – maggioranza. Occorre intervenire, Agcom dove sei?

Per verificare lo stato del pluralismo e consultare i dati, cliccate qui