Archivi del mese: aprile 2015

Pomezia 5 stelle: approvato consuntivo 2014 con avanzo di 4 milioni

10922876_1558256664462038_8746692835220185545_n

Ecco cosa succede quando il Movimento 5 Stelle amministra un comune. A Pomezia il nostro sindaco Fabio Fucci – Sindaco di Pomezia – RM e la sua giunta hanno appena approvato il rendiconto di gestione per il 2014. Risultato? Un avanzo di oltre 4 milioni di euro! In soli due anni sono riusciti ad invertire la tendenza delle precedenti amministrazioni di destra e sinistra che avevano lasciato in eredità debiti su debiti. Onestà, dedizione e competenza sono ora certificate in questo bilancio che passa dagli oltre 7 milioni di euro di passivo del 2012 (quando la giunta del M5S non c’era ancora) fino agli attuali 4 milioni e più di avanzo. A riveder le stelle!

La politica dei pacchi

pd_expo_30.001 Tra i motivi che hanno spinto tante persone a far nascere il M5S c’è stata sicuramente l’incapacità dei partiti di rappresentare i cittadini, di rispondere alle loro esigenze, di ascoltarli. Sono diventati al contrario i primi difensori degli interessi delle lobby di ogni genere e, inoltre, hanno lavorato unicamente alla conservazione dei loro sistemi di potere. Sistemi clientelari in cui, appunto, i cittadini non erano e non sono contemplati. Questa immagine ne è l’ennesima, incredibile, dimostrazione. Ma che credibilità può avere una forza politica che si riduce a fare promozioni da supermercato? Tesserati al Pd e avrai in omaggio lo sconto per un biglietto dell’Expo: prendi due, paghi uno. La politica dei pacchi. Neanche Berlusconi avrebbe mai osato tanto. L’alunno ha davvero superato il maestro, è il caso di dirlo!

Una marcia contro la povertà / Intervista Fatto Quotidiano 7/04/2015

reddito-piccolo-thumb-300x179-43054-thumb-300x179-43055 Il M5S vuole fare approvare al più presto il reddito di cittadinanza, una misura presente ovunque in Europa tranne che da noi (oltre che in Grecia e Ungheria). Ci permetterebbe di aiutare tutte quelle persone che attualmente nel nostro Paese vivono sotto la soglia di povertà. Per questo stiamo organizzando una manifestazione a livello nazionale, una marcia contro la povertà, per supportare questa iniziativa. Nei prossimi giorni vi daremo maggiori dettagli. Ne ho parlato oggi sul Fatto Quotidiano. QUI l’intervista.

Su Parlamento.it le risposte della Rai ai quesiti della Commissione di vigilanza

trasparenza_edt11DEFINITIVO

Il lavoro della commissione di Vigilanza Rai è trasparente. Trovate pubblicate online, sul sito del Parlamento, le risposte della Rai a tutte le interrogazioni presentate da inizio legislatura dai commissari. Possono essere consultate e scaricate. Non era mai accaduto prima. Ora i cittadini, gli unici proprietari dell’azienda, hanno uno strumento in più per conoscere non solo l’attività della bicamerale, ma anche per verificare il rispetto da parte della Rai della missione di servizio pubblico. Clicca QUI per accedere alla documentazione.

Sequestrato il Muos a Niscemi

1463028_635088226626025_9152770542343536614_n

La procura di Caltagirone ha ordinato il sequestro del Muos, il sistema di comunicazioni satellitari della Marina militare americana che si trova nella riserva di Niscemi. Due giorni fa una delegazione di parlamentari del M5S aveva fatto una visita ispettiva al’impianto. Il provvedimento arriva dopo la decisione del Tar di Palermo che aveva accolto i ricorsi dei comitati No-Muos e del Comune. I giudici hanno stabilito che il sistema è pericoloso per la salute dei cittadini. Il sequestro è stato disposto per violazione del vincolo paesaggistico di inedificabilità assoluta presente in una riserva naturale. Sono davvero felice per i ragazzi e i comitati di Niscemi che da tempo lottano contro il Muos, un’opera che nessun cittadino ha voluto. Riappropriamoci della nostra sovranità #nomuos

L’Istat riporta Renzi sulla Terra

Istat-disoccupazione-giovanile-thumb-500x356-46114

I dati Istat per il febbraio 2015 raffreddano ancora una volta l’entusiasmo del Governo Renzi. Il premier pochi giorni fa rivendicava una svolta citando i nuovi contratti a tempo indeterminato. Ma l’Istituto di statistica inserisce il dato nel suo contesto e sottolinea: “sono dati di diversa natura e non necessariamente significano nuovi occupati. Possono anche essere transizioni dal tempo determinato e altri tipi di contratti”.

Approfondimento sul portale di M5S Parlamento.