Archivi del mese: giugno 2015

L’abbiamo fatto davvero

M5S Sicilia - Finanziamento A19

“Sono passati 2 mesi dal crollo del ponte della A19 e non si muove nulla, nessun operaio, nessuna ruspa, niente di niente. Crocetta e Renzi e le istituzioni sono incapaci di fronte a questa emergenza, i loro tempi di intervento sono biblici, troppo lunghi per una terra che ha bisogno di azioni concrete ora e subito.

Due imprenditori hanno aperto una strada per creare una bretella alternativa, i cittadini che si fanno Stato insomma, ma senza una sostanziosa somma questa è insufficiente per ricongiungere le due parti della Sicilia tagliate dal crollo dell’autostrada A19.
Bene!
La finanziamo noi del M5S con i soldi delle restituzioni dei nostri stipendi.
L’abbiamo fatto e lo rifaremo ancora, perché il nostro impegno è davvero al servizio dei cittadini”.
MoVimento 5 Stelle Sicilia – Giancarlo Cancelleri

I candidati sindaco M5S al ballottaggio

Candidati sindaci M5S ai ballottaggi giugno 2015

Domenica 14 giugno si vota per i ballottaggi che porteranno all’elezione di nuovi sindaci. I risultati del primo turno hanno acceso una speranza in cinque Comuni, dove i cittadini hanno la possibilità di far entrare un vento nuovo, aria pulita, con il Movimento 5 Stelle. Fate conoscere i nostri 5 candidati sindaci. Domenica trasformiamo questa speranza in realtà.

Rosa Capuozzo, al ballottaggio a Quarto (Napoli).
Cettina Di Pietro, al ballottaggio a Augusta (Siracusa).
Roberto Falcone, al ballottaggio a Venaria (Torino).
Domenico Messinese, al ballottaggio a Gela (Caltanissetta).
Sean Christian Wheeler, al ballottaggio a Porto Torres (Sassari).

Novità sul reddito di cittadinanza

Leggete cosa dice il presidente dell’Istat, Giorgio Alleva, riguardo la nostra proposta sul reddito di cittadinanza: il costo per il 2015 è stimato in 14,9 miliardi di euro. La misura “tende a costituire una rete di protezione sociale ‘compatta’, compensando eventuali insufficienze del sistema di welfare. Favorisce – si legge nel documento depositato in commissione Lavoro – il contrasto alla povertà minorile e a quella dei giovani che vivono soli”. I beneficiari sarebbero circa 2,7 milioni di famiglie con un reddito inferiore alla linea di povertà (ovvero il 10,6% delle famiglie residenti in Italia). Di questi 2,7 milioni di famiglie, oggi la quasi totalità ha un reddito inferiore all’80% della linea di povertà relativa. A beneficiarne maggiormente sarebbero le coppie con figli minori e i monogenitori con almeno un figlio minore. L’Istat stima ancora che con la misura “la percentuale di famiglie con un reddito inferiore al 60% della linea di povertà relativa viene di fatto azzerata in tutte le ripartizioni geografiche, con un impatto maggiore nel Mezzogiorno dove, prima della simulazione, il 12,4% delle famiglie si trova in condizioni di povertà più grave”.
Altro che incostituzionale come sostiene Renzi. Il reddito di cittadinanza va fatto e con la massima urgenza. Approviamolo subito e diamo all’Italia la dignità che sino ad ora è mancata!

Intervento a diMartedì / 9/06/2015

Da qualche giorno è iniziata la caccia al nome del candidato del Movimento 5 Stelle a sindaco di Roma. Ma non è con una sola persona, con un leader, che possiamo pensare di risolvere i problemi della Capitale e del Paese. Un nome non basta: quello di cui abbiamo bisogno è un cambiamento culturale profondo. Servono trasparenza, onestà, la consapevolezza e la partecipazione di tutti i cittadini. Noi siamo pronti per governare Roma, il nostro candidato è il Movimento 5 Stelle.
Il mio intervento a #diMartedì

Referendum sull’euro: consegna delle firme in Senato

Abbiamo depositato oggi al Senato le 200 mila firme raccolte per dare il via alla legge di iniziativa popolare che porterà al referendum consultivo sull’euro. Domani, a mezzogiorno, verranno consegnate al presidente Pietro Grasso. Grazie a tutti coloro che negli ultimi mesi hanno raccolto le firme e hanno contribuito al raggiungimento di questo risultato!

Consegna firme referendum euro_M5S



Oggi presenteremo in Senato le firme (circa 200.000) per ottenere il referendum consultivo sull’Euro. Ogni cosa detta viene mantenuta, sempre. La coerenza è uno dei punto fermi che rende questo movimento unico. Alle parole seguono sempre i fatti. Un passo alla volta con serietà e caparbietà costruiamo un altro mondo. Grazie a tutti coloro che hanno firmato.

Un’Italia amministrata da sindaci incorruttibili

Roberto Fico e Rosa Capuozzo, candidata sindaco M5S a Quarto (Na)
Con Rosa Capuozzo, candidata sindaco M5S a Quarto (Na)

Immaginate un’Italia amministrata da sindaci incorruttibili. Sindaci che si rimboccano le maniche e risanano le casse dei comuni riportando in attivo i bilanci. Sindaci che non lasciano nessun concittadino indietro approvando l’assegno civico per chi è in difficoltà. Sindaci che utilizzano le risorse pubbliche per realizzare progetti nell’interesse della collettività e non per fare da bancomat ai buzzi e ai carminati. Sindaci che aboliscono Tasi, Equitalia, privilegi e sprechi. Questa è già la realtà nei comuni amministrati dal Movimento 5 Stelle. Siamo al centro di una rivoluzione epocale, una rivoluzione di trasparenza, onestà, partecipazione che è solo all’inizio. Sta a tutti noi farla continuare e renderla la normalità nel nostro Paese. Siamo al ballottaggio (si vota il 14 giugno) in 5 comuni, tra cui Quarto e Gela. Sosteniamo i candidati del Movimento 5 Stelle e offriremo una possibilità di vero cambiamento in quelle città. Sarà un ulteriore prezioso tassello nel nostro percorso. Stiamo realizzando un sogno. Stateci vicini e ci riusciremo.

Fabio Fucci (M5S) sindaco incorruttibile

Ecco cosa significa avere un sindaco del Movimento Cinque Stelle:

Fabio Fucci, primo cittadino pentastellato di Pomezia, sarebbe stato nominato dallo stesso Salvatore Buzzi, principale protagonista dello scandalo di Mafia Capitale. «Buzzi spiegava (a un altro interlocutore che gli chiedeva come fosse la situazione su Pomezia, ndr) che in realtà – è scritto nell’ordinanza del gip di Roma Flavia Costantini – non hanno alcuna protezione, sottolineando che il Sindaco di Pomezia è incorruttibile».