Archivi del mese: ottobre 2015

Giubileo, tre arresti per il primo appalto

12065702_906933902689453_3772655200304099970_n

Iniziamo bene.
La prima gara assegnata dal Comune di Roma per i lavori del Giubileo è stata truccata e per questo è stata bloccata dall’Autorità anticorruzione guidata da Raffaele Cantone. Tre le persone arrestate: un funzionario del Comune e due imprenditori.
Roma ha bisogno di trasparenza e onestà, ora più che mai. Ha bisogno di essere amministrata da cittadini onesti che siano il motore di un vero cambiamento culturale.

I Meetup a Italia 5 Stelle

Fico Di Battista Meetup

A Italia 5 stelle ci sarà un grande gazebo dedicato ai meetup di Italia. Sarà uno spazio libero a disposizione di tutti quelli che fanno attivismo disinteressato sul territorio, in rete, senza bandiere, con il solo scopo di migliorare la vita della comunità.
Ci incontriamo per stare insieme, confrontarci, proiettare video, lasciare testimonianze (scritte e video).
Nelle mattinate di sabato (11.30 – 14.30) e domenica (10.30 – 13.30) ci confronteremo sul percorso e il senso dei meetup, con approfondimenti sui contenuti della lettera pubblicata sul Blog lo scorso 19 luglio. Si parlerà dei progetti realizzati e delle idee nate in tutti i laboratori di Italia, interessantissimi e talvolta rivoluzionari, condividendo e mettendo a confronto le esperienze virtuose e le criticità, per un arricchimento reciproco. Sarà inoltre allestito un percorso narrativo per immagini per ripercorrere i 10 anni dall’apertura dei primi meetup.

Ci vediamo a Imola!

Riforma Rai, la finta opposizione di Forza Italia

Per la riforma Rai stiamo assistendo in commissione all’ennesima farsa. Altro che indipendenza del servizio pubblico: i partiti sono tutti d’accordo per continuare ad occuparlo. Forza Italia fa finta di fare opposizione. I suoi parlamentari non sono neanche presenti per difendere i pochi emendamenti non ancora ritirati. Stanno consentendo così una rapida chiusura dell’esame della legge in commissione, facendo un favore alla maggioranza e al governo. Il patto del Nazareno non è mai stato così vivo.

Approvata al Senato la riforma costituzionale di Renzi e Verdini

Il Senato ha approvato la “riforma” costituzionale voluta da Renzi. Ecco la dichiarazione di voto del nostro capogruppo Gianluca Castaldi:

“La Costituzione di un Paese non può essere proprietà di una parte, nè tantomeno del governo di turno. Ma oggi questa legge, che distrugge il nostro patrimonio comune, è vostra, solo vostra.

Il M5S è entrato in Parlamento per cambiare il Paese in meglio, per cambiarlo davvero e non per finta. Siamo stati i primi a sostenere che le istituzioni debbano funzionare meglio e costare meno, e a credere che il procedimento legislativo debba essere più snello.

Ma quello che è in atto non è un miglioramento, è un peggioramento delle nostre regole costituzionali, creato e votato in quest’Aula tra mercimoni, scambi, ricatti e trasformismi.

Dite che il bicameralismo perfetto non funziona, eppure siete riusciti ad approvare in un lampo la legge Boccadutri, per tenervi i rimborsi elettorali senza controlli sui bilanci dei partiti.

Il M5S voleva entrare nel merito delle questioni di questo disegno di legge, con 200 emendamenti chiari e semplici volevamo riscrivere e integrare il pessimo e assurdo testo governativo. Abbiamo proposto di dimezzare il numero dei deputati, l’elettività diretta dei 100 membri del Senato, no all’immunità parlamentare, più garanzie per l’opposizione, la decadenza dalla carica di parlamentare in caso di reiterata assenza e la decadenza dei senatori sottoposti a processo penale, l’inserimento dei referendum consultivi, propositivi e di indirizzo e la riduzione dello stipendio dei parlamentari insieme alla soppressione dei loro vitalizi.

Avete sempre detto NO, a tutto. E vi preparate a dare l’impunità alla classe politica più corrotta del Paese, spalancando le porte del Senato a consiglieri regionali indagati, rinviati a giudizio e condannati. Con il nuovo Senato, il vicepresidente della Regione Lombardia Mario Mantovani arrestato stamattina per tangenti potrebbe essere un papabile senatore e godere dell’immunità! Se un consiglio comunale verrà sciolto per mafia, il sindaco di quel Comune, nominato senatore, manterrà la sua poltrona a Palazzo Madama!

Oggi la Costituzione è morta insieme ai suoi valori fondamentali. L’avete riscritta grazie a Verdini, un plurindagato per concorso in corruzione e bancarotta fraudolenta, avete avuto il coraggio di farlo diventare Padre Costituente.

Questi sono giorni duri, sono giorni bugiardi. Cara democrazia ritornerai presto a casa. E non sarà tardi. Tornerai presto fra noi.”
Gianluca Castaldi, Capogruppo M5S in Senato

Ecco l’onestà di chi governa le nostre regioni

Ecco l’onestà di chi governa le nostre regioni. È stato arrestato il vice presidente della regione Lombardia Mario Mantovani. Indovinate cosa faceva? Truccava gli appalti sul trasporto dei malati dializzati. Il malato è un affare ed ecco perché la sanità costa sempre di più. Vergogna senza fine da Roma a Milano e la colpa è degli uomini che i partiti hanno in seno e che vicendevolmente si difendono e si coprono. Questa persona è stata nominata da Maroni quindi dalla lega. Maroni ha solo una strada: dimettersi! Sono come locuste, non ne hanno mai abbastanza, e non si preoccupano se di mezzo ci vanno malati o bambini. Vanno cacciati, va cambiato un sistema, va costruita una nuova cultura.
Ci vediamo ad Imola!

“È ASSOLUTAMENTE INCORRUTTIBILE”

Vicesindaco M5S Civitavecchia - "Assolutamente incorruttibile"

E’ successo di nuovo. Si parla di un amministratore M5S in un’intercettazione telefonica. Daniela Lucernoni, il nostro vicesindaco di Civitavecchia, è stata definita dai faccendieri della cricca del litorale laziale: “ASSOLUTAMENTE INCORRUTTIBILE”.

Dopo l’episodio che ha coinvolto 6 mesi fa il nostro Sindaco di Pomezia definito “incorruttibile” dai protagonisti di “Mafia Capitale”, adesso è la volta di Daniela.

Come ricorderete nell’aprile 2013 il boss delle cooperative rosse Salvatore Buzzi, al telefono, confidava le sue preoccupazioni all’ex terrorista dei Nar Massimo Carminati: “Grillo ha distrutto il Pd, noi non ci stiamo più”. Il rischio era che il sistema di Mafia Capitale, con il successo del Movimento 5 Stelle, non riuscisse più a stringere affari con la politica, perché finalmente si era affermata una forza al di sopra delle parti, fatta di cittadini puliti, trasparenti. In una parola: incorruttibili.

Nel giugno 2015 la conferma. “Su Pomezia non abbiamo alcuna protezione, il sindaco è incorruttibile”, diceva ancora, Salvatore Buzzi, commentando l’integrità del primo cittadino M5S del comune alle porte di Roma, Fabio Fucci.

OGGI è invece un altro esponente M5S a mostrarsi inalterabile, alieno a qualsiasi forma di quella criminalità che per anni ha affondato le radici nel vecchio sistema partitico. Il caso riguarda l’inchiesta sulle cooperative del litorale laziale. Quindi la solita spartizione di appalti, affidamenti diretti, mazzette e tangenti.
Le prime intercettazioni contenute nell’informativa della Guardia di finanza hanno mostrato il volto pulito del nostro assessore e vicesindaco di Civitavecchia Daniela Lucernoni, “assolutamente incorruttibile”.

L’Italia può cambiare grazie ai cittadini onesti che si mettono al servizio della comunità!
Siamo convinti che la miglior misura anticorruzione per questo Paese sia eleggere amministratori del Movimento 5 Stelle.

In Abruzzo nasce la banca della terra grazie al M5S

banca_della_terra_M5S Abruzzo

È stata approvata all’unanimità dal consiglio regionale d’Abruzzo l’istituzione della Banca della Terra, una proposta di legge del M5S. Con questo strumento sarà possibile creare nuove opportunità di lavoro, incentivare la nascita di nuove imprese agricole rilanciando in questo modo ‘intero settore. Come? Con la banca della terra si recuperano terreni incolti o abbandonati di proprietà pubblica o privata, per assegnarli prioritariamente ai giovani agricoltori. 

La ripresa della coltivazione su terreni abbandonati comporta diversi vantaggi: so permette di migliorare l’assetto idrogeologico della regione, altrimenti influenzato negativamente dall’abbandono delle terre agricole e dalla dismissione delle normali pratiche agronome. Così facendo è possibile prevenire anche il fenomeno degli incendi boschivi e dei danni portati da calamità naturali, incentivare le produzioni autoctone e tutelare un patrimonio forestale unico e prezioso, con conseguente risparmio di risorse pubbliche. Non è inoltre prevista l’istituzione di alcun ente per la gestione, evitando ulteriori spese che graverebbero sui cittadini.
Così il M5S contribuisce a sviluppare l’economia tutelando il territorio e sostenendo la giovane imprenditoria. Complimenti ai consiglieri regionali M5S! 

Tv locali e pluralismo dell’informazione

Roberto Fico - conferenza su tv locali - Roma - Millecanali

Ieri ho partecipato alla prima conferenza nazionale sulle televisioni locali organizzata da Millecanali. In un Paese come il nostro che ha bisogno di ampliare quanto più possibile il pluralismo di voci che concorrono a costruire il racconto della nostra realtà e del quotidiano, le emittenti regionali hanno un ruolo importante. Contribuiscono infatti a diversificare e ad estendere il pluralismo nell’informazione perché riescono a parlare del territorio dedicandovi più spazio e un maggior numero di trasmissioni. Sono quindi un patrimonio da preservare ed anzi far crescere, che meriterebbe la giusta attenzione da parte delle Istituzioni.