Archivi del mese: gennaio 2017

Il grido d’allarme dei piccoli pescatori del Cilento

Il grido d’allarme dei piccoli pescatori del Cilento non può restare inascoltato. Con una petizione hanno denunciato l’attività di una grande imbarcazione che da tempo utilizzerebbe il sistema della “pesca volante” nelle acque costiere della zona. Questo sistema permette di prelevare enormi quantitativi di pesce in una sola battuta. Potete immaginare in tal senso le preoccupazioni dei piccoli pescatori non solo per la loro attività, ma soprattutto per il tessuto economico e sociale dell’area e ovviamente per l’ambiente, considerato il rilevante impatto che una simile tecnica può avere sugli stock ittici. Massima attenzione sul tema. Occorre fare il possibile per tutelare l’economia locale che si è sviluppata attorno alla filiera produttiva della pesca e al lavoro dei piccoli pescatori del Cilento

Lavoro 2025

Come evolverà il mercato del lavoro? Quali saranno le professioni del futuro? Quali settori saranno maggiormente interessati da cambiamenti? Le grandi trasformazioni che stanno caratterizzando la nostra epoca come influiranno sulla creazione o meno dei posti di lavoro? In un contesto come quello italiano, dove la povertà dilaga con 4,6 milioni di cittadini che vivono sotto la soglia di povertà assoluta e un tasso di disoccupazione giovanile tra i più alti in Europa (36,4% Fonte ISTAT) il tema del lavoro deve essere sempre più centrale.

Per questo i parlamentari M5S della commissione Lavoro, con la collaborazione del professor Domenico De Masi hanno promosso “Lavoro 2025″, uno studio su questi argomenti a cui hanno preso parte undici tra i maggiori esperti in vari ambiti: dall’economia al diritto, dalla tecnologia alla psicologia.

Mercoledì 18 e giovedì 19, per la prima volta, ne discuteremo insieme in due giornate alla Camera dei Deputati. Qui trovate le informazioni per iscrizione all’incontro. Partecipate numerosi!

Ospedale di Nola, il M5S presenta interrogazione in Parlamento

 Sul caso del pronto soccorso di Nola il MoVimento 5 Stelle ha depositato in Parlamento un’interrogazione a prima firma di Salvatore Micillo. Sono immagini terribili quelle che arrivano dall’ospedale, con i pazienti soccorsi per terra, e sono la conseguenza di tagli e scelte politiche che anche negli ultimi anni hanno messo in ginocchio la sanità nella nostra regione, ancora l’ultima in Italia secondo i dati recenti. Vincenzo De Luca ne dovrebbe sapere qualcosa. Sia responsabile e licenzi sé stesso per questo disastro. Siamo vicini a tutti i cittadini che hanno subito gravissimi disagi e a tutti i medici e operatori che hanno lavorato e prestato assistenza nonostante le difficili condizioni.

ps. Lettera aperta ai medici e al personale sanitario dell’Ospedale di Nola e di tutta la Campania