Archivi del mese: marzo 2017

In Vigilanza Rai audizioni dei vertici della tv pubblica e rappresentanti dei sindacati

 

audizione_17-03-2017

Oggi in Commissione Vigilanza Rai audizioni di presidente, direttore generale e consiglio di amministrazione della Rai. Successivamente ascolteremo i rappresentanti di Usigrai, Adrai, Slc-Cgil, Uilcom-Uil, UGL-Telecomunicazioni, Snater, Libersind. Conf. Sal e Fistel-Cisl. Continua l’attività istruttoria per il parere sul rinnovo della concessione.
Diretta streaming sulla web tv della Camera dei Deputati.

Le larghe intese non si dimenticano mai

Le larghe intese non si dimenticano mai, a maggior ragione se si tratta di salvare in Aula l’uno o l’altro esponente dei partiti uniti. Ieri il Senato, respingendo la mozione di sfiducia del M5S, lo ha fatto con Luca Lotti, ministro dello Sport del Pd, vicinissimo a Renzi, coinvolto nell’inchiesta Consip. In quella occasione Forza Italia, che starebbe all’opposizione, è uscita dall’Aula senza votare.
Oggi invece è stato il turno del senatore Augusto Minzolini di Forza Italia, condannato in via definitiva a due anni e sei mesi per peculato (uso indebito della carta di credito aziendale di cui aveva disponibilità quando era direttore del Tg1). L’Aula di Palazzo Madama ha approvato l’ordine del giorno presentato del suo partito con cui si chiedeva di respingere la delibera della Giunta per le elezioni e le immunità che si era espressa in modo favorevole alla decadenza del senatore. Decisivo sarebbe stato il sostegno anche di senatori della maggioranza: 19 senatori Pd hanno votato con Forza Italia, mentre 24 non hanno proprio partecipato al voto. Il presidente dei senatori Pd aveva annunciato “libertà di voto” per gli esponenti del suo partito.
Ascoltate in questo video come l’Aula del Senato ha accolto la notizia del salvataggio di Minzolini. Urla di esultanza come allo stadio. Ecco cosa succede in questi palazzi, ecco come i partiti si muovono e si aiutano a vicenda per cercare di sopravvivere. Tentativi disperati, disperatissimi, concorderete con me. Alle prossime elezioni il 40% per il MoVimento 5 Stelle sarà poco!

Vigilanza Rai, al via attività istruttoria per parere sul rinnovo della concessione di servizio pubblico

audizioni_marzo-2017

Siamo al lavoro sul rinnovo della concessione per l’affidamento del servizio pubblico radiotelevisivo e multimediale alla Rai. Dopo l’approvazione dello schema della convenzione da parte del Consiglio dei Ministri, il testo è infatti passato all’attenzione della Commissione di Vigilanza, che esprimerà un parere sullo stesso. Questa settimana prende il via l’attività istruttoria con una serie di audizioni in commissione che, come di consueto, saranno trasmesse in streaming sulla web tv della Camera dei Deputati.

Oggi sono previste le audizioni del Sottosegretario di Stato per lo sviluppo economico, Antonello Giacomelli (ore 14.00) e del presidente e dei componenti dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (ore 20.00).

Venerdì 17 marzo, invece, audizioni della presidente, del consiglio di amministrazione e del direttore generale della Rai e dei rappresentanti di Usigrai, Adrai, Slc-Cgil, Uilcom-Uil, Ugl-Telecomunicazioni, Snater, Libersind. Conf. Sal e Fistel-Cisl.

Sindaco M5S di Bagheria “inavvicinabile” e la mafia rinuncia agli appalti del Comune

news_img1_65029_patrizio-cinqueIl sindaco è “inavvicinabile” e per questa ragione la famiglia mafiosa decide di “non occuparsi più di appalti del comune”. Succede in Sicilia, a Bagheria, comune amministrato dal MoVimento 5 Stelle. Il primo cittadino a cui fa riferimento il pentito di Cosa nostra in occasione del processo “Panta rei” è il nostro Patrizio Cinque. Lui e l’amministrazione M5S sono un argine naturale al malaffare della criminalità organizzata. Ne hanno fermato persino i tentativi di avvicinamento. Da qui passa un’altra storia per Bagheria, e per il nostro Paese. Buon lavoro a Patrizio e a tutto il suo gruppo. Avanti così!

Forza Danilo, siamo tutti con te

lettera minacce CasconeIl nostro amico e collega del MoVimento cinque stelle Danilo Cascone, consigliere comunale di San Giorgio a Cremano e consigliere della città metropolitana di Napoli, ha ricevuto una lettera di minacce che conteneva due proiettili.

Come portavoce M5S della Campania e di tutto il Movimento esprimiamo a Danilo la più piena solidarietà per questo gesto vigliacco ma soprattutto ti diciamo che non sei solo e se minacciano te minacciano tutti noi.

Andiamo insieme avanti con le battaglie che stai facendo. Non molleremo mai!

L’azienda dei rifiuti di Livorno è salva. Chi erano gli incompetenti?

Aamps, l’azienda dei rifiuti di Livorno, è ufficialmente salva. Il Tribunale ha infatti disposto l’omologa del concordato preventivo in continuità, la strada che il MoVimento 5 Stelle aveva scelto per tirare l’azienda fuori dai debiti e dalla condizione di mala gestione lasciati in eredità dai precedenti amministratori. Quella che era una partecipata schiacciata dalle inefficienze, da 42 milioni di debiti, oggi sta cominciando a macinare utili, a modernizzarsi e a riorganizzarsi al proprio interno. A chi mesi fa dipingeva la città come una discarica a cielo aperto e l’amministrazione del M5S come incapace a risolvere la situazione chiediamo adesso: chi erano quindi gli incompetenti?
Qui trovate l’intervento di Filippo Nogarin Sindaco di Livorno . Questa è una vittoria per tutti i cittadini di Livorno

Raid vandalici al Chikù di Scampia

In 48 ore il ristorante Chikù di Scampia, gestito da un gruppo di donne napoletane e rom, è stato oggetto di due atti vandalici. Sono stati rubati computer, la porta è stata scassinata e il locale devastato. Tutto questo a pochi metri dal commissariato di polizia. Un attacco gravissimo per una realtà che porta avanti un’importante esperienza di integrazione culturale in un territorio che già vive forti e molteplici disagi. Solidarietà a tutte le persone che lavorano a questo progetto che, anche con iniziative come sportelli legali gratuiti e laboratori pedagogici, è un punto di riferimento per la zona. Le istituzioni non lascino sole le associazioni e le realtà imprenditoriali come quella di Chikù che provano attraverso le loro attività a ricucire un tessuto sociale disgregato e che cercano con coraggio di costruire prospettive e speranze diverse a Scampia come in altri quartieri di Napoli. Non vedo l’ora di andare da Chikù per provarne la cucina, lo farò presto.