Tutti gli articoli di danjaf81

Intervento al Circo Massimo – 16/10/2014

Il mio intervento al Circo Massimo #Italia5Stelle. Tre giorni incredibili che ci hanno permesso di confrontarci e di toccare con mano come potrebbe essere il nostro Paese con la rivoluzione culturale, pacifica e democratica del M5S. Il nostro Movimento non si esaurisce con le elezioni. Il nostro movimento è qualcosa di più grande, che si costruisce giorno dopo giorno, anche nelle più piccole azioni quotidiane. Abbiamo riscoperto il piacere di lottare insieme per il bene collettivo. Chi pensa che il proprio bene sia svincolato da quello della collettività, è semplicemente un pazzo o è in malafede. Il bene collettivo corrisponde esattamente al bene personale. “Sii il cambiamento che vorresti vedere nel mondo”, diceva Gandhi. Io ci credo fermamente. Dobbiamo avere il coraggio di cambiare, abbiamo un mondo meraviglioso da costruire.

Robin e la signora Belinda

robin-williams-191

Un saluto a Robin.

La signora Belinda, in una lettera a Repubblica, ha narrato la sua odissea tra pubblici uffici, banche ed altri ostacoli, per esercitare un suo diritto previsto dalla Legge e cioè quello di avere un assegno sociale quale mamma per la terza volta e senza lavoro.

Per ora l’unico risultato ottenuto è una lettera di risposta, alquanto retorica, del ministro Madia. Belinda ha bisogno di risposte immediate e concrete. Anche se il ministro le farà ottenere in tempi rapidi quello che le spetta di diritto (e noi ce lo auguriamo con tutto il cuore), dobbiamo interrogarci sul tipo di Paese in cui viviamo. Un Paese in cui diritti elementari e previsti dalla Legge non sono immediatamente fruibili, ma necessitano, per essere ottenuti, di interventi dall’alto per combattere una burocrazia inutile ed ottusa.

Ministro Madia, può far sapere agli italiani quali norme ha previsto nella sua riforma affinché episodi del genere non abbiano più a ripetersi?

Quante altre Belinda che non hanno avuto la voglia o la capacità di scrivere a Repubblica sono state calpestate nei loro diritti?