Beppe e Napoli

6a96dff56ed6524be4a9d74ca150cfa1-016-kXAE-U4301013884109045lG-593x443@Corriere-Web-Sezioni

Ragazzi, ve lo dico con il cuore, non facciamo strumentalizzazioni sciocche e inutili per la battuta di Beppe Grillo nel video con Carla Ruocco, girato per la promozione della Notte dell’onestà. La battuta in sé sarà stata anche infelice, ma Beppe proprio a Napoli e in Campania è venuto mille volte. E’ stata l’unica persona che dal palco in piazza Dante, in occasione del Giorno del Rifiuto, davanti a 30 mila persone e alle tv di tutto il mondo, ha chiesto scusa a nome di tutto il Nord Italia per quello che la nostra terra ha subito a causa dello sversamento dei rifiuti tossici. Siamo stati insieme a Chiaiano per protestare contro l’apertura di una discarica a pochi metri dalla zona ospedaliera e dalle abitazioni dei cittadini, siamo stati ad Acerra contro l’inceneritore. Quando nessuno ci dava minimamente credito, eravamo su un carrettino fuori l’impianto avvolti da una puzza terribile per fare informazione. Siamo stati insieme ovunque a Napoli e in tutta la Campania senza mai risparmiarci. Abbiamo fatto di tutto ed è grazie anche a Beppe Grillo se l’acqua a Napoli non fu privatizzata. L’esempio di stima, rispetto e affetto per un popolo dimostrato nel corso di anni potrà pure consentire un momento di ironia con una napoletana seduta accanto, scherzando nel suo modo tipico come fa sempre in ogni città che visita, a partire dalla sua Genova. Stiamo parlando inoltre di un Movimento che vede quattro campani, di cui tre appunto napoletani, proposti in alcuni ruoli importanti nazionali proprio da Beppe. Non dimentichiamo mai la storia delle persone perché un Paese senza memoria è un Paese senza identità.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>