Ennesimo annuncio di Renzi sul canone

Ecco l’ennesimo annuncio di Renzi sul canone Rai. Lo aveva fatto in questo stesso periodo già lo scorso anno, ma dopo tante parole, come sempre, zero fatti. Renzi chiacchiera per non dover affrontare la questione centrale, il cuore del problema del sistema radiotelevisivo pubblico: ovvero l’influenza dei partiti sulla tv pubblica. Se Viale Mazzini non è indipendente e se si continua a portare acqua al mulino dei partiti, allora tanto vale portare a zero il canone dovuto dai cittadini. Che servizio pubblico è quello in cui il premier chiede 113 o 100 euro ai cittadini, con modalità ancora tutte da capire, per nominarsi il proprio amministratore delegato con ampi poteri, per occupare l’informazione pubblica e plasmare a proprio piacimento il racconto del Paese? La Rai deve essere indipendente e offrire un servizio pubblico degno di questo nome. Cominciamo da questo e la riduzione dell’evasione verrà da sé.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>