I partiti negano l’autorizzazione a procedere per Calderoli

keynge

La giunta per le elezioni e le immunità parlamentari di Palazzo Madama ha respinto la proposta di concedere l’autorizzazione a procedere contro il leghista Calderoli che definì Cécile Kyenge “orango” durante un comizio a Treviglio, ma secondo la giunta per le Elezioni e le immunità del Senato non è perseguibile per diffamazione aggravata da finalità di discriminazione razziale. Chiaramente noi abbiamo votato tutti a favore dell’autorizzazione a procedere. Vi immaginate se fosse successo il contrario in che modo ci avrebbero apostrofati? Non oso nemmeno pensarlo. Ecco tutti hanno votato contro compreso la stragrande maggioranza del Pd. Noi abbiamo difeso un principio di giustizia ed uguaglianza. Ci sembrava davvero il minimo.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>