I partiti si tengono i privilegi, non sanno fare altro

Ricordate la nostra proposta per equiparare le pensioni dei parlamentari a quelle dei cittadini? Ebbene, oggi alla Camera il Pd e la maggioranza hanno deciso di bocciarla con un blitz in Ufficio di Presidenza! E questo senza neanche fare un’analisi dei risparmi che avrebbe comportato. La nostra delibera prevedeva di abolire il privilegio dei parlamentari, che scatterà il 15 settembre prossimo, di maturare una pensione a 65 anni dopo 4 anni, sei mesi e un giorno di lavoro; addirittura 60 anni se si fa un secondo mandato. Per buttare fumo negli occhi dei cittadini, hanno inoltre presentato una delibera alternativa sui vitalizi che rimangono intatti lì dove sono, nessuno li tocca, ma in maniera del tutto ipocrita si propone di prelevare 3mila euro in tre anni a chi prende un vitalizio di più di 70mila euro all’anno. Il Movimento 5 Stelle, invece, i vitalizi li vuole abolire del tutto. Dopo tante chiacchiere fatte in queste settimane, ecco l’ennesima presa in giro nei confronti degli italiani.
In sostanza i partiti si tengono il privilegio, non sanno fare altro.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>