Intervista a Tiscali News – 14 novembre 2016

Con la riforma costituzionale voluta da Renzi e dalla maggioranza i cittadini non sceglieranno più direttamente i propri rappresentanti al Senato che sarà composto da consiglieri regionali e sindaci scelti dalla politica, che lavoreranno part time e godranno dell’immunità parlamentare. Non si accelera né si migliora il procedimento legislativo in alcun modo, anzi lo si rallenta con iter molto più complessi che potranno dar luogo a conflitti di attribuzione tra la Camera e il Senato. Gli italiani risparmieranno un caffè all’anno con questa “riforma”, mentre bastava approvare la nostra legge per dimezzare gli stipendi dei parlamentari e avremmo risparmiato 87 milioni di euro. Ma il Pd ha deciso di non votare dicendo no al taglio dei costi della politica. Ne ho parlato in questa intervista a Tiscali News

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>