Povertà assoluta per oltre 4,5 milioni di persone in Italia. Dato più alto dal 2005. Subito il reddito di cittadinanza

In Italia vivono in povertà assoluta oltre 4,5 milioni di persone: è il dato più alto dal 2005. È assurdo che in queste condizioni governo e maggioranza si rifiutino ancora di adottare l’unica misura che realmente contribuirebbe a dare sollievo e aiuto a tante persone che nel nostro Paese soffrono: il reddito di cittadinanza. Il disegno di legge sul contrasto alla povertà che stiamo discutendo in Aula è infatti una misura insufficiente poiché è diretta solo a una parte degli oltre 4 milioni di italiani che oggi faticano anche a comprare il cibo di ogni giorno.
I dati che vi ho citato sono dell’Istat e si riferiscono al 2015. Secondo l’analisi la povertà colpisce le famiglie numerose, chi vive in città e molti più giovani. Un minorenne su 10 è indigente. Sono persone e nuclei familiari che, secondo la stessa definizione dell’Istat, hanno difficoltà a “conseguire uno standard di vita minimamente accettabile” e “non accedono a beni e servizi che, nel contesto italiano, vengono considerati essenziali”. Provo profonda rabbia quando leggendo cose del genere penso che chi avrebbe la responsabilità di fare qualcosa non investe seriamente nella risoluzione della principale emergenza del Paese preferendo convogliare l’attenzione verso banche e lobby. Il reddito di cittadinanza va approvato subito.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>