Riforma Rai, l’obiettivo è l’indipendenza dal potere politico

roberto-fico2

La riforma della Rai, vi assicuro, è un punto fondamentale per l’Italia. È importante perché la democrazia di un Paese si misura anche dalla qualità dell’informazione e della qualità complessiva del servizio radiotelevisivo pubblico. Democrazia e informazione, per forza di cose, sono interconnesse: una grande democrazia porta con sé sempre una grande informazione e viceversa. Vi ricordate la storia dei tango bond, i titoli argentini? Bene, se avessimo avuto un’informazione pubblica attenta, di qualità, sarebbero bastati pochi minuti nei vari tg per approfondire il caso, e nessuno avrebbe bruciato i propri soldi. E così anche con i titoli della Parmalat. Dai contenuti trasmessi dalla Rai via web, tv e radio, si trasferisce la percezione della realtà di questo Paese, la percezione della verità, la percezione della politica e di alcune rilevanti questioni. Un’informazione libera non si fa dettare l’agenda dei temi da trattare solo dalla politica, ma soprattutto da ciò che succede nel Paese e dalle esigenze dei cittadini. Ecco perché abbiamo presentato dopo un anno di lavoro il disegno di legge che riforma la governance Rai con l’obiettivo principale di renderla indipendente dal potere partitico e governativo. Un servizio pubblico indipendente e di alta qualità aiuterebbe il Paese ad essere più consapevole e quindi a cambiare in meglio. Se l’obiettivo è chiaro, e nessuno bara, discutendo in Parlamento, non ci saranno ostacoli per un dialogo ad oltranza.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>