Siani a Sanremo, l’esposto all’Agcom

È possibile prendere in giro un bambino per il suo aspetto fisico nel programma più visto della televisione pubblica? Succede a Sanremo, durante uno sketch del comico Alessandro Siani. Un brutto episodio che fornisce un esempio deleterio ai giovani e meno giovani che hanno seguito il Festival. Vogliamo tranquillizzare il direttore Gubitosi: siamo rilassati e ci godiamo lo spettacolo. Tuttavia la satira sui minori, oltre ad essere di cattivo gusto, non è consentita dalla legge. Quindi di fronte ad un episodio del genere è spiacevole che, invece di assumersene le responsabilità, si preferisca sminuire, come troppe volte accade quando ci rivolgiamo alla Rai per contestare la qualità del servizio offerto.
Per questo motivo ho firmato un quesito all’azienda per sapere se davvero crede che sia dignitoso per il servizio pubblico accettare la strumentalizzazione dell’aspetto fisico di un bambino a fini di satira. E all’Agcom ho chiesto di adottare i provvedimenti previsti dalla legge nei casi di violazione della tutela dei minori, comprese le sanzioni economiche.
Nel frattempo, sarebbero gradite delle scuse.

Leggi QUI l’esposto Agcom e QUI il quesito alla Rai.

******************************************************************************************

Per leggere la risposta dell’Agcom clicca qui

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>