Sindaco M5S di Bagheria “inavvicinabile” e la mafia rinuncia agli appalti del Comune

news_img1_65029_patrizio-cinqueIl sindaco è “inavvicinabile” e per questa ragione la famiglia mafiosa decide di “non occuparsi più di appalti del comune”. Succede in Sicilia, a Bagheria, comune amministrato dal MoVimento 5 Stelle. Il primo cittadino a cui fa riferimento il pentito di Cosa nostra in occasione del processo “Panta rei” è il nostro Patrizio Cinque. Lui e l’amministrazione M5S sono un argine naturale al malaffare della criminalità organizzata. Ne hanno fermato persino i tentativi di avvicinamento. Da qui passa un’altra storia per Bagheria, e per il nostro Paese. Buon lavoro a Patrizio e a tutto il suo gruppo. Avanti così!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>