Sulla vicenda Quarto

Siamo alle solite.

I giornali come sempre scrivono con un vergognoso taglia e cuci, mischiando, modificando e riportando – con titoli ad effetto fuorvianti -sommariamente la verità per buttare fango e magari vendere qualche copia in più. Sulla vicenda Quarto:

Punto uno: NON ERO A CONOSCENZA DI NESSUN RICATTO, MINACCIA, ESTORSIONE DA PARTE DI DE ROBBIO.

Punto due: ERANO NOTE LE DIVERGENZE E I CONTRASTI POLITICI (contrasti, NON MINACCE) tra De Robbio e il sindaco Capuozzo.
Per questo motivo sono stato invitato ad intervenire ad una riunione del gruppo consiliare M5S e ho partecipato alla prima parte di questo incontro a luglio.

Punto tre: I MEDIA FINGONO DI NON COMPRENDERE LA SOSTANZIALE DIFFERENZA TRA CONTRASTI POLITICI E MINACCE (di mali ingiusti). Io ERO A CONOSCENZA DEI PRIMI E NON DEI SECONDI. E, almeno per me, CAMBIA MOLTO.

Il 30 ottobre Rosa Capuozzo riceve un plico contenente una denuncia su presunti illeciti relativi all’immobile in cui vive.
Sul Blog di Beppe Grillo, il 4 Novembre, il sindaco scrive : “Da giorni circola un plico di documenti..su un presunto abuso edilizio che, seppur parzialmente, mi riguarderebbe. La prima cosa che ho fatto è stata di presentarmi io stessa dai carabinieri per chiedere loro di compiere tutti gli accertamenti del caso nel più breve tempo possibile… Quanto all’autore di questo “romanzo di fantasia”, composto da documenti trafugati e costruito ad hoc, dovrà risponderne in tutte le sedi”.

Il 6 e 7 novembre ho incontrato la Capuozzo per discutere del plico ed informarmi al riguardo.

Ciò che mi e’ stato raccontato corrisponde a quanto pubblicato sul blog e a quanto scritto da Rosa il giorno dopo con una lettera al Mattino.

Il primo dicembre il sindaco mi informa di essere stata ascoltata dai pm che le hanno fatto delle domande su De Robbio.
Il 14 Dicembre abbiamo espulso Giovanni De Robbio.

I successivi contatti e incontri con il Sindaco Capuozzo vertono sulle considerazioni politiche e sulla linea da adottare. Alla fine abbiamo valutato che l’unica strada fossero le dimissioni che le sono state richieste informalmente una prima volta il 9 gennaio e una seconda il 10 gennaio. Avendo il sindaco deciso di continuare il mandato, abbiamo pubblicato sul blog di Beppe Grillo la richiesta ufficiale di dimissioni da parte del Movimento.

Successivamente, anche a seguito di nuovi elementi emersi dalla pubblicazione delle intercettazioni, si è proceduto alla sua espulsione e al ritiro del simbolo M5S all’amministrazione di Quarto.

Il pomeriggio dell’8 gennaio sono stato sentito a Napoli dal pm semplicemente come persona informata dei fatti. Per evidenti ragioni di riservatezza, visto che ci sono delle indagini in corso, non divulgo i contenuti. Tuttavia si tratta di elementi già noti.

Tutto il resto che vi raccontano sono chiacchiere da bar prive di fondamento.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>