Archivi tag: Bagheria

Sindaco M5S di Bagheria “inavvicinabile” e la mafia rinuncia agli appalti del Comune

news_img1_65029_patrizio-cinqueIl sindaco è “inavvicinabile” e per questa ragione la famiglia mafiosa decide di “non occuparsi più di appalti del comune”. Succede in Sicilia, a Bagheria, comune amministrato dal MoVimento 5 Stelle. Il primo cittadino a cui fa riferimento il pentito di Cosa nostra in occasione del processo “Panta rei” è il nostro Patrizio Cinque. Lui e l’amministrazione M5S sono un argine naturale al malaffare della criminalità organizzata. Ne hanno fermato persino i tentativi di avvicinamento. Da qui passa un’altra storia per Bagheria, e per il nostro Paese. Buon lavoro a Patrizio e a tutto il suo gruppo. Avanti così!

La Cura 5 Stelle a Bagheria funziona!

cinqueroePasquale Di Salvo, detto “u pupiddu”, uno dei 38 fermati nel blitz antimafia “Panta rei”, è intercettato dai carabinieri mentre ssi sfoga con il fratello, lamentando le difficoltà riscontrate nella gestione dei suoi affari illeciti nel settore dei rifiuti.

Riferendosi al sindaco M5S di Bagheria Patrizio Cinque, spiega: “Come vede due, tre persone, si apparecchia l’orecchio e ti manda gli sbirri, eh… non puoi avvicinare un assessore, non puoi avvicinare a nessuno perché già subito fa… dice… di cosa state discutendo, cosa state progettando? CON QUESTO SINDACO che c’è qui… QUESTO DENUNCIA TUTTI… NEANCHE GLI OCCHI PER PIANGERE RESTANO”.

Vi rendete conto di quanto sia vitale per il corretto funzionamento di un’amministrazione e per la vita di una comunità avere nelle Istituzioni persone pulite e oneste, che non hanno dovuto cedere a compromessi per essere eletti. Onestà e coerenza sono le migliori armi per sconfiggere le mafie.

Il M5S sta riportando la legalità e la speranza di poter vivere in un Paese migliore.

Coraggio!

A Bagheria, comune M5S, il Question time comunale

Bagheria M5S - Question time comunale - Patrizio Cinque

Un sindaco deve saper ascoltare. Deve saper tenere conto delle critiche, accogliere proposte, non perdere il contatto con la collettività. Questo vale, ovviamente, per tutti i rappresentanti dei cittadini nelle Istituzioni. Ma nei comuni questo tratto distintivo si accentua essendo il comune la pubblica amministrazione più vicina al cittadino.

Quante volte abbiamo cercato di rivolgere una domanda al sindaco o abbiamo provato a confrontarci su una determinata questione di interesse collettivo, senza però ottenere alcun riscontro? Ebbene le cose possono cambiare. A Bagheria, comune amministrato dal M5S, da oggi un cittadino può recarsi in Consiglio comunale e interrogare il proprio sindaco sui problemi della città oppure avanzare proposte. Può chiedere conto dell’operato dell’amministrazione. Il sindaco dovrà rispondere pubblicamente come prevede il nuovo Statuto. Si chiama “Question Time comunale” ed è un nuovo tassello nella rivoluzione di trasparenza e di democrazia diretta che il M5S sta compiendo.
Il cambiamento passa soprattutto dalle piccole, grandi, cose.

A riveder le stelle!