Archivi tag: Calabria

27 e 28 maggio: tour in Calabria

tour comuni calabria 2017
Il 27 e il 28 maggio  parteciperò insieme ai miei colleghi Federica Dieni, Dalila Nesci e Paolo Parentela e all’europarlamentare Laura Ferrara a un tour nei comuni calabresi dove il MoVimento 5 Stelle è candidato alle prossime amministrative.
Faremo tappa a Luzzi, Paola, Catanzaro, Villa San Giovanni, Pizzo e Amantea per sostenere i candidati del M5S e prendere parte a una serie di eventi e incontri con i cittadini.
Ecco, nel dettaglio, gli appuntamenti, vi aspettiamo!
SABATO 27 MAGGIO
ore 16.00: LUZZI (CS) – piazza Garibaldi
ore 18.00: PAOLA (CS) – piazza del Popolo
ore 21.00: CATANZARO – lungomare
DOMENICA 28 MAGGIO
ore 11.30: VILLA SAN GIOVANNI (RC) – piazza Valsesia
ore 17.30: PIZZO (VV) – piazza della Repubblica
ore 21.00: AMANTEA (CS) – piazza Commercio

Visita alla sede Rai di Cosenza

Questa mattina ho visitato a Cosenza la sede Rai della Calabria. Dopo Napoli, Perugia e Roma quella di oggi è un’ulteriore tappa per conoscere lo stato dei centri regionali del servizio pubblico. Ho incontrato i lavoratori e i giornalisti della redazione locale della Tgr. La sede calabrese sarà una delle ultime ad essere digitalizzata. Si dovrebbe procedere alla conversione ad ottobre 2015. Il problema maggiore resta però quello tecnico – strutturale relativo alle frequenze perché ci sono zone della Calabria dove il segnale è assente o debole. A questo si deve porre immediatamente rimedio, altrimenti non si comprende il motivo per il quale i cittadini debbano pagare il canone. Nel nuovo contratto di servizio abbiamo tenuto conto di questo problema che si riscontra anche in altre regioni e abbiamo inserito una norma per esentare dal pagamento del canone gli utenti che non ricevono il segnale radiotelevisivo per cause tecniche.

 

IMG_4644 IMG_4643

Intervista Tgr Calabria – 15/12/2014

La visita ieri alla sede Rai della Calabria. Il servizio pubblico è fondamentale per una democrazia. Ma va sicuramente ripensato e riorganizzato partendo proprio dai centri regionali e dalla valorizzazione delle professionalità interne, così da poter garantire ai cittadini un servizio pubblico e un’informazione di qualità.