Archivi tag: Lega Nord

Ecco l’onestà di chi governa le nostre regioni

Ecco l’onestà di chi governa le nostre regioni. È stato arrestato il vice presidente della regione Lombardia Mario Mantovani. Indovinate cosa faceva? Truccava gli appalti sul trasporto dei malati dializzati. Il malato è un affare ed ecco perché la sanità costa sempre di più. Vergogna senza fine da Roma a Milano e la colpa è degli uomini che i partiti hanno in seno e che vicendevolmente si difendono e si coprono. Questa persona è stata nominata da Maroni quindi dalla lega. Maroni ha solo una strada: dimettersi! Sono come locuste, non ne hanno mai abbastanza, e non si preoccupano se di mezzo ci vanno malati o bambini. Vanno cacciati, va cambiato un sistema, va costruita una nuova cultura.
Ci vediamo ad Imola!

Un giorno di ordinaria follia in Senato

- Ieri il Senato doveva confermare il parere della giunta per le autorizzazioni a procedere su Calderoli, che è indagato per due reati: diffamazione e istigazione all’odio razziale, dopo gli insulti rivolti all’allora ministro del governo Letta, Cecile Kyenge, definita elegantemente un “orango”.
– Il capogruppo del Pd Zanda ha chiesto però di rinviare il voto.
– Nel frattempo Calderoli ha deciso di ritirare praticamente tutti gli emendamenti (500 mila!) alla riforma costituzionale presentati dalla Lega Nord.
– Si è finalmente votato e indovinate cosa è successo? Il Pd ha salvato Calderoli e lui ha ritirato gli emendamenti della Lega.
– Ma non finisce qui perché poi governo e maggioranza hanno deciso, da un momento all’altro, di catapultare la stessa riforma costituzionale direttamente in Aula saltando il lavoro e il confronto in Commissione Affari costituzionali. Renzi non avrebbe avuto i numeri in commissione per procedere con lo stravolgimento della Carta costituzionale rischiando così lo stallo. E per questo ha puntato direttamente all’Aula forzando regolamenti parlamentari, facendo carta straccia della Costituzione e avviando la stagione del baratto voti/poltrone per assicurarsi il sostegno per le riforme.

Basta mettere semplicemente in successione i fatti che accadono quotidianamente in questi palazzi per rendersi ancora una volta conto di quanto sia distante e lontano questo modo di fare politica dalle reali esigenze e aspettative del Paese. Il Parlamento ridotto a fare da passacarte al governo. Nessuna intenzione di tutelare gli interessi dei cittadini, ma solo i propri. Una casta che cerca disperatamente di salvaguardare i propri affari. Ma il loro tempo sta per scadere. Potete contarci!

Il grande bluff. Avanti un altro

LEGA: CON SALVINI TORNA A ORIGINI, TONI DURI E ATTACCA L'EURO Davanti ai miei occhi la Lega si spacca tra chi sta con Salvini e chi sta con Tosi. Persone che ieri si parlavano tranquillamente, oggi le vedi divise, che confabulano sedute sui divani della Camera, l’uno contro l’altro mentre affilano i coltelli. La nuova e la vecchia casta che si divide solo per questioni di potere. Le idee non esistono. Il bene comune non esiste. L’Italia non esiste. Il grande bluff si mostra. Avanti un altro.