Archivi tag: legge severino

Le larghe intese non si dimenticano mai

Le larghe intese non si dimenticano mai, a maggior ragione se si tratta di salvare in Aula l’uno o l’altro esponente dei partiti uniti. Ieri il Senato, respingendo la mozione di sfiducia del M5S, lo ha fatto con Luca Lotti, ministro dello Sport del Pd, vicinissimo a Renzi, coinvolto nell’inchiesta Consip. In quella occasione Forza Italia, che starebbe all’opposizione, è uscita dall’Aula senza votare.
Oggi invece è stato il turno del senatore Augusto Minzolini di Forza Italia, condannato in via definitiva a due anni e sei mesi per peculato (uso indebito della carta di credito aziendale di cui aveva disponibilità quando era direttore del Tg1). L’Aula di Palazzo Madama ha approvato l’ordine del giorno presentato del suo partito con cui si chiedeva di respingere la delibera della Giunta per le elezioni e le immunità che si era espressa in modo favorevole alla decadenza del senatore. Decisivo sarebbe stato il sostegno anche di senatori della maggioranza: 19 senatori Pd hanno votato con Forza Italia, mentre 24 non hanno proprio partecipato al voto. Il presidente dei senatori Pd aveva annunciato “libertà di voto” per gli esponenti del suo partito.
Ascoltate in questo video come l’Aula del Senato ha accolto la notizia del salvataggio di Minzolini. Urla di esultanza come allo stadio. Ecco cosa succede in questi palazzi, ecco come i partiti si muovono e si aiutano a vicenda per cercare di sopravvivere. Tentativi disperati, disperatissimi, concorderete con me. Alle prossime elezioni il 40% per il MoVimento 5 Stelle sarà poco!

Bonavitacola, il vice di De Luca che “fa sognare”

De Luca

Sapete qual è l’unica proposta di legge di cui Fulvio Bonavitacola, vice di Vincenzo De Luca in Regione Campania, è primo firmatario? La “salva De Luca”. Il testo presentato in questa legislatura dal deputato del Partito Democratico, fedelissimo dell’ex sindaco di Salerno, prevede una modifica della Severino, e cioè l’esclusione della condanna per abuso d’ufficio fra le cause di incandidabilità, decadenza o di sospensione dei titolari di cariche elettive. E guarda caso si tratta proprio del reato per cui De Luca è stato condannato in primo grado dal Tribunale di Salerno e che ha fatto scattare la sua sospensione. Settimane fa De Luca diceva: il nome scelto per la vicepresidenza della Regione Campania “vi farà sognare”. Una cosa è certa: con un presidente e un vicepresidente così, i cittadini campani non dormiranno sonni tranquilli.

Pd, un partito di irresponsabili

Oggi De Luca sarà proclamato Presidente della Regione Campania. E poco dopo sarà sospeso per la legge Severino. Dobbiamo ringraziare ancora una volta il Pd per non aver permesso a questa regione di avere un presidente dal primo giorno. Ci sono mille questioni da risolvere in Campania, tante le risposte da dare ai cittadini. E invece staremo ancora per un bel po’ a parlare dei problemi giudiziari dell’ex sindaco di Salerno. Altro che cambiamento: la verità è che De Luca aveva minacciato di fare una sua lista se non lo avessero candidato e il Pd non ha avuto il coraggio di rischiare di perdere le elezioni anche in Campania. Ecco che, per diatribe interne, ci ritroviamo in questa situazione. Davvero un partito di irresponsabili.