Archivi tag: Stefano Caldoro

Gli impresentabili di De Luca e Caldoro

Sulle liste degli impresentabili in Campania Renzi ha detto la prima cosa seria in un anno e mezzo: non votare per gli alleati del Pd in Regione perché nelle liste ci sono, appunto, dei nomi impresentabili. Il paradosso dei paradossi! Ma com’è possibile che un aspirante governatore non riesca a controllare le sue liste? Cosa vorrebbe fare, lo scorporo degli impresentabili il giorno dopo le elezioni? Renzi sarà a Napoli per l’inaugurazione della metro. Farà un disegnino con gessetto anche della metropolitana di Napoli? Speriamo che questo teatrino sia presto solo un brutto ricordo per la nostra regione. Non c’è futuro per la Campania né con De Luca né con Caldoro, che ha ugualmente candidati impresentabili nelle liste che lo sostengono. La musica può cambiare solo con il M5S.

De Luca e gli “impresentabili”

Non so se il mea culpa di De Luca sui candidati impresentabili inseriti nelle liste che lo sostengono faccia più ridere o piangere. Sicuramente deve essere fonte di grande imbarazzo per i suoi elettori che vedono spuntare nomi di ex cosentiniani, di esponenti di estrema destra, di soggetti che hanno problemi con la giustizia e di persone finite nel mirino dei pm per presunte complicità con i clan. De Luca ammette che ci sono state delle “sbavature” (le definisce così!), che non ha potuto controllare tutto (!!!) e invita a non votare chi non si dimostra serio ed affidabile (ora che le liste sono però state depositate). Ma come può essere credibile chi si propone alla guida di una regione e non vigila sulla sua stessa coalizione? D’altronde c’era da aspettarselo da De Luca, condannato in primo grado e per questo ineleggibile. Chiaramente anche sull’altro fronte, quello di Caldoro, le liste non brillano, riempite come sono di imputati e inquisiti della Rimborsopoli campana (giusto per citare qualche caso, ma ci ritorneremo).

Una soluzione a tutto questo indecoroso teatrino c’è ed il Movimento 5 Stelle. Nelle nostre liste per le regionali e per le amministrative non ci sono né indagati né condannati. Il 31 maggio, non abbiate dubbi: in Campania scegliete Valeria Ciarambino e il M5S. L’onestà tornerà di moda.

Regionali in Campania, niente giochetti sulla legge elettorale

85fe002bccb01dc9ffe71ad55189c55d_XL

Stefano Caldoro vuole cambiare la legge elettorale alla vigilia del rinnovo del consiglio regionale. La sua maggioranza si prepara ad approvare mercoledì prossimo un emendamento che alza la soglia di sbarramento al 10% per le liste non coalizzate. È un fatto gravissimo. Non solo perché a pochi mesi dalle elezioni se ne stravolgono le regole, ma soprattutto perché si punta a introdurre una soglia sconosciuta nei paesi democratici, una soglia abnorme che distorce la rappresentanza politica al punto da mettere a serio rischio la democrazia nella nostra regione. Siamo sicuri che il governo impugnerebbe immediatamente la nuova legge davanti alla Corte costituzionale come ha già fatto recentemente. In caso contrario siamo pronti a percorrere ogni strada possibile perché ne venga sancita l’incostituzionalità.