Archivi tag: sud

Istat: circa il 30% degli italiani a rischio povertà. Subito il reddito di cittadinanza

Il report pubblicato dall’ISTAT sulle condizioni di vita in Italia per l’anno 2014, descrive un fenomeno, quello della povertà nel nostro Paese, che non deve essere sottovalutato.
Circa il 30% dei cittadini residenti in Italia sono a rischio di povertà o di esclusione sociale.
I dati sul Mezzogiorno sono ancora più allarmanti: il 45,6% della popolazione residente al Sud è a rischio di povertà e di esclusione sociale. Subito il reddito di cittadinanza. Maggiori informazioni qui.

Giancarlo Siani, 30 anni dopo

siani

Trent’anni fa moriva il giornalista del Mattino Giancarlo Siani, ucciso sotto la sua abitazione a Napoli in un agguato della camorra. Aveva 26 anni. Giancarlo Siani è stato ucciso perché cercava la verità e voleva raccontarla. È stato un “giornalista giornalista” e non un “giornalista impiegato” come ci ha ricordato Marco Risi in un commovente omaggio nel film Fortapàsc. Cosa resta del suo sacrificio? Ripensarci è come aprire una ferita mai davvero rimarginata. Il potere delle organizzazioni criminali si è diversificato e si è esteso. Al sud, ma non solo, si combatte ogni giorno contro le mafie. A Napoli le cronache recenti raccontano dell’ennesima guerra tra clan per il controllo delle piazze di spaccio, una guerra i cui protagonisti sono giovanissimi killer e altrettanto giovani sono le vittime. Una città e un sud dimenticati dove vive chi ogni giorno combatte per poter restare nei luoghi che ama. Il pensiero poi si allarga e abbraccia il nostro vivere quotidiano, il nostro Paese e come questo si trova ad affrontare pilastri della democrazia come la libertà di espressione, il diritto di essere informati, l’indipendenza dei giornalisti. E ti chiedi se davvero il sacrificio di Giancarlo Siani non sia stato vano. Ti chiedi se non abbiamo fatto carta straccia dei suoi sogni, del suo impegno, dei suoi ideali – merce rara di questi tempi- se ancora oggi in Italia si tenta di imbavagliare l’informazione, si processano le idee, le parole contrarie come quelle di uno scrittore; se c’è chi ancora prova a plasmare a suo piacimento l’immagine del Paese.
Noi il sacrificio di Giancarlo Siani non lo dimenticheremo mai, e lavoriamo ogni giorno tentando di seguire il suo esempio.

I fondi per la Terra dei fuochi dirottati sull’Expo

Tutti i cittadini devono sapere che i pariti di Renzi ed Alfano hanno tagliato 9,7 milioni di euro per la sorveglianza della Terra dei Fuochi e li hanno spediti a Milano per l’Expo. Il bello è che poi ci prendono anche in giro con la barzelletta del Ministro per il Mezzogiorno! Il Pd della Campania non conta niente, un sottosezione del nulla solo chiacchiere e distintivo. Rispondono offendendo e mai entrando nel merito. Mai una lotta in Parlamento per questa regione dalle assicurazioni ai roghi tossici. Fiumi di parole e mai un’azione. Non ho sentito un solo grido di indignazione in Parlamento per il dirottamento dei fondi già destinati alla Campania verso la Lombardia. Si sa che gli appetiti per l’Expo sono senza fine. Vergognatevi!