Archivi tag: Vincenzo De Luca

Pd, un partito di irresponsabili

Oggi De Luca sarà proclamato Presidente della Regione Campania. E poco dopo sarà sospeso per la legge Severino. Dobbiamo ringraziare ancora una volta il Pd per non aver permesso a questa regione di avere un presidente dal primo giorno. Ci sono mille questioni da risolvere in Campania, tante le risposte da dare ai cittadini. E invece staremo ancora per un bel po’ a parlare dei problemi giudiziari dell’ex sindaco di Salerno. Altro che cambiamento: la verità è che De Luca aveva minacciato di fare una sua lista se non lo avessero candidato e il Pd non ha avuto il coraggio di rischiare di perdere le elezioni anche in Campania. Ecco che, per diatribe interne, ci ritroviamo in questa situazione. Davvero un partito di irresponsabili.

Gli assi nella manica di Vincenzo De Luca

Oggi Renzi è stato a Salerno con Vincenzo De Luca. Secondo voi chi c’era ad accoglierli? Tutti i candidati impresentabili che sostengono De Luca in Campania: gli indagati, i condannati, gli esponenti di estrema destra, i professionisti del cambio di casacca, i cosentiniani che sono presenti nelle liste alleate con il Pd. Persone che il premier e De Luca – che è condannato per abuso d’ufficio e per questo ineleggibile – hanno chiesto di non votare, ma solo dopo che le liste erano già state presentate ufficialmente.
Non affidiamo più il futuro della nostra regione a questa gente. Sosteniamo il Movimento 5 Stelle e la rivoluzione culturale che sta portando avanti. Il 31 maggio possiamo tutti insieme scrivere una nuova pagina per la Campania. Mettiamoci alla prova. ‪#‎valeriaciarambinopresidente‬ ‪#‎Campania5stelle‬

Vincenzo De Luca

Gli impresentabili di De Luca e Caldoro

Sulle liste degli impresentabili in Campania Renzi ha detto la prima cosa seria in un anno e mezzo: non votare per gli alleati del Pd in Regione perché nelle liste ci sono, appunto, dei nomi impresentabili. Il paradosso dei paradossi! Ma com’è possibile che un aspirante governatore non riesca a controllare le sue liste? Cosa vorrebbe fare, lo scorporo degli impresentabili il giorno dopo le elezioni? Renzi sarà a Napoli per l’inaugurazione della metro. Farà un disegnino con gessetto anche della metropolitana di Napoli? Speriamo che questo teatrino sia presto solo un brutto ricordo per la nostra regione. Non c’è futuro per la Campania né con De Luca né con Caldoro, che ha ugualmente candidati impresentabili nelle liste che lo sostengono. La musica può cambiare solo con il M5S.

De Luca e gli “impresentabili”

Non so se il mea culpa di De Luca sui candidati impresentabili inseriti nelle liste che lo sostengono faccia più ridere o piangere. Sicuramente deve essere fonte di grande imbarazzo per i suoi elettori che vedono spuntare nomi di ex cosentiniani, di esponenti di estrema destra, di soggetti che hanno problemi con la giustizia e di persone finite nel mirino dei pm per presunte complicità con i clan. De Luca ammette che ci sono state delle “sbavature” (le definisce così!), che non ha potuto controllare tutto (!!!) e invita a non votare chi non si dimostra serio ed affidabile (ora che le liste sono però state depositate). Ma come può essere credibile chi si propone alla guida di una regione e non vigila sulla sua stessa coalizione? D’altronde c’era da aspettarselo da De Luca, condannato in primo grado e per questo ineleggibile. Chiaramente anche sull’altro fronte, quello di Caldoro, le liste non brillano, riempite come sono di imputati e inquisiti della Rimborsopoli campana (giusto per citare qualche caso, ma ci ritorneremo).

Una soluzione a tutto questo indecoroso teatrino c’è ed il Movimento 5 Stelle. Nelle nostre liste per le regionali e per le amministrative non ci sono né indagati né condannati. Il 31 maggio, non abbiate dubbi: in Campania scegliete Valeria Ciarambino e il M5S. L’onestà tornerà di moda.