Un altro lunedì

prefetto mafia capitale

Ed ecco un altro lunedì in Parlamento a discutere di riforme costituzionali. Con tutte le emergenze che abbiamo, con tutto quello che potremmo fare, progettare, organizzare siamo chiusi qui dentro a discutere e votare queste riforme oltretutto vergognose. Il punto non è l’architettura costituzionale, il punto sono tutti i problemi che non si vogliono affrontare, tutte le leggi che non si vogliono fare e, purtroppo, tutte le leggi scellerate che approvano. Questo governo e questa maggioranza non lavorano per migliorare realmente le condizioni del nostro Paese. Ed ecco un altro lunedì ad ascoltare interventi di routine, freddi e vuoti in un’aula distratta, noiosa e autoreferenziale. Un’ aula che dovrebbe invece essere il motore di questo Paese, la sua forza e il suo primo esempio. Un’ aula che da poco ha un nuovo segretario generale, la Pagano, votata da chi non vuole cambiare e intende rimanere chiuso negli apparati del sistema. Non si fa nulla per volare alto, anzi, esattamente il contrario. Noi italiani siamo anche questo sistema, altrimenti tutto ciò non sarebbe possibile, ma siamo anche altro, molto altro, e siamo pieni di sogni e di bellezza, sostenitori consapevoli di un forte senso di comunità. A noi, dunque, la scelta, ogni giorno, di non scivolare verso il basso. A noi decidere la nostra parte da coltivare. Questo movimento ci sta provando in tutti i modi a nutrire la parte buona di noi stessi, la parte buona di questa Italia per farla diventare maggioranza. Ed ecco un altro lunedì in cui preferirei confrontarmi con le persone,ragionare insieme per trovare le soluzioni. Perché solo insieme riusciremo ad uscire da una situazione che ci opprime. Nessun altro lo potrà fare per noi. Un altro lunedì in cui però non molleremo un solo attimo. Come per Mafia Capitale. Abbiamo appena consegnato al prefetto tutti i documenti raccolti in un anno e mezzo dai nostri consiglieri comunali e municipali, nonché gli atti di sindacato ispettivo presentati in Parlamento e le prime segnalazioni che ci hanno invitato alcuni cittadini. Un altro lunedì in cui si organizza la Notte dell’onestà del 24 gennaio ed è un bel pensiero essere per l’ennesima volta tutti vicini.

È vero, solo insieme si cambia. Coraggio!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>