Un italiano su quattro a rischio povertà o esclusione sociale. Reddito di cittadinanza prioritario nel Paese

Il 28,7% delle persone residenti in Italia è a rischio povertà o esclusione sociale. Più di un italiano su quattro versa in queste condizioni. Il dato, reso noto ieri dall’Istat, peggiora ulteriormente se si guarda al Sud dove il 46,4% delle persone ha a disposizione un reddito netto inferiore alla soglia di povertà (si tratta, tra l’altro, di percentuali in aumento). Sono numeri preoccupanti che scattano un’istantanea del nostro Paese molto diversa dalle slide e dagli slogan dell'(ex) premier. Dati che ci dicono ulteriormente quanto le politiche del governo siano state lontane dalle reali esigenze del Paese. Esecutivo e maggioranza hanno tenuto il Parlamento bloccato su una riforma costituzionale dannosa e pasticciata, rispedita al mittente dal voto di domenica, impedendogli di occuparsi dei veri problemi degli italiani.
Il reddito di cittadinanza resta prioritario tra le misure da attuare nel nostro Paese. È uno dei punti centrali del programma del MoVimento 5 Stelle, che da sempre insiste sulla necessità di introdurre una misura di contrasto alla povertà anche in Italia. Occorre garantire dignità a chi vive in condizioni difficili. Non possiamo più aspettare.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>