Un programma scritto e votato in rete dai cittadini. E’ la rivoluzione del M5S

intervento rob conf stampa energia 3 aprile 2017 Il MoVimento 5 Stelle è la prima forza politica al mondo a far votare il programma che presenterà alle elezioni online ai propri iscritti. Questa modalità di lavoro ci distanzia anni luce dai partiti chiusi in loro stessi e alle prese con correnti, scissioni, spartizioni di poltrone. Noi stiamo parlando del futuro, lo stiamo progettando insieme ai cittadini, in rete, affrontando i temi che interessano davvero la collettività.

Oggi alla Camera abbiamo presentato il primo punto del programma di governo del M5S, quello relativo all’energia. Per definirlo abbiamo applicato la democrazia diretta e continueremo in questo modo anche per gli altri ambiti: dagli esteri alla giustizia, dalla sicurezza alle telecomunicazioni.
Voglio ringraziare Gianroberto Casaleggio e Beppe Grillo: ci hanno sempre creduto e saremo i primi ad avere un programma partecipato che guarda al futuro.

Per la politica energetica proponiamo una rivoluzione necessaria e indispensabile: vogliamo rendere l’Italia un Paese che utilizzi energia rinnovabile al 100%. Si parte dal risparmio e dall’efficienza energetica per arrivare a dare l’addio al carbone, petrolio e gas entro il 2050, coinvolgendo industria, agricoltura, trasporti e scelte individuali. La Norvegia ha annunciato che entro il 2030 vuole arrivare a un’economia a neutralità di emissioni; e loro il petrolio lo estraggono e lo vendono. L’Italia, il Paese del sole, può e deve puntare sulle rinnovabili e il MoVimento 5 Stelle ha un programma pronto per attuare questa rivoluzione.

Qui saranno inseriti tutti i punti del programma nazionale del M5S. Da oggi potrete consultare quello sull’energia.

Avanti così!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>