Vigilanza Rai: al via l’indagine conoscitiva sul ruolo del servizio pubblico radiotelevisivo

indagine-vigilanza_02

Domani la Commissione di vigilanza Rai avvierà un’indagine conoscitiva sul ruolo del servizio pubblico radiotelevisivo nel nostro Paese. Ogni settimana, ascolteremo i pareri e le relazioni di rappresentanti delle Istituzioni, addetti ai lavori, giornalisti ma anche registi di nuova generazione e autori di contenuti innovativi, per un confronto non più rinviabile sul tema. Un percorso necessario anche alla luce dell’esame della riforma della governance Rai attualmente in corso.

Credo infatti che sia compito del Parlamento non solo ridefinire il meccanismo di nomina dei vertici dell’azienda ma anche dare il proprio contributo per determinare, in questo momento storico, la funzione e la missione del servizio pubblico. Ci sono sfide importanti all’orizzonte per la Rai. Il settore dell’audiovisivo è al centro di un processo di profondo cambiamento. Nuovi soggetti sono in procinto di debuttare sul mercato italiano. Come affrontare queste sfide e rispondere alle esigenze dei cittadini?

Approfondiremo le diverse questioni anche in vista del rinnovo del Consiglio di amministrazione. La Rai dovrà essere capace di esplorare nuovi modi di raccontare il nostro Paese, intercettandone i cambiamenti e dando voce a chi non ne ha mai avuta, anticipando le innovazioni e non inseguendole. Deve svolgere un ruolo cruciale nel favorire il dibattito pubblico e l’accrescimento culturale, garantendo la più ampia espressione del pluralismo politico e sociale. Per questo motivo occorre una riflessione sul senso e gli obiettivi del servizio pubblico in un contesto, come quello attuale, in profondo mutamento.

Le audizioni della Commissione, come sempre, saranno trasmesse in streaming e potranno essere seguite in diretta da tutti i cittadini collegandosi alla web tv della Camera dei Deputati. Inizieremo con l’audizione del sottosegretario allo Sviluppo Economico, con delega alle Comunicazioni, Antonello Giacomelli. Diretta dalle 13.45, a domani.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>