VIGILANZA RAI / Audizione di Antonio Verro

Alle 14.00 in commissione di ‪#‎VigilanzaRai‬ audiremo Antonio Verro, il consigliere di amministrazione della Rai che nel 2010 avrebbe inviato una lettera all’allora premier Silvio Berlusconi per segnalare alcune trasmissioni della tv pubblica considerate “antigovernative”. La commissione ha iniziato un’istruttoria per fare chiarezza su questo episodio. E già la scorsa settimana ha ascoltato sul punto la Presidente della Rai Annamaria Tarantola. Questa vicenda deve farci riflettere sull’importanza di un servizio pubblico realmente indipendente da qualunque potere politico. Come ripeto da giorni, sia i partiti, sia il governo devono rimanere fuori dalla Rai. Il cda deve essere formato da persone scelte non per vicinanza politica, ma per l’esperienza professionale specifica nei settori dell’audiovisivo e della comunicazione, per la loro onorabilità e, appunto, per la loro indipendenza. Per questo nella nostra proposta di riforma della governance abbiamo indicato precisi requisiti. I futuri consiglieri della Rai (5 e non più 9) non potranno aver ricoperto, nei sette anni precedenti la nomina, cariche politiche, né elettive né nei partiti. Prevediamo, inoltre, ipotesi di incompatibilità con altri incarichi. Con la nostra legge, casi come quello di Antonio Verro (esponente di Forza Italia ed ex parlamentare) o di Luisa Todini (nominata da Renzi presidente di Poste) non potrebbero più verificarsi. E’ ora che la Rai volti pagina. Se l’obiettivo è chiaro, il M5S c’è.
Come sempre potrete seguire l’audizione in diretta streaming. Trasparenza, sempre.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>