Vigilanza Rai / Domani l’audizione di Paolo Garimberti, Euronews

Nella sua relazione annuale, illustrata oggi in Parlamento, il presidente dell’Agcom Cardani è tornato a parlare di servizio pubblico confermando la necessità di individuarne il nuovo perimetro, con riferimento sia all’epoca che viviamo sia alla riforma della governance Rai in atto. Si tratta di un punto su cui battiamo da tempo: una riflessione e un confronto su questo tema non sono più rinviabili. Per questo motivo la commissione che presiedo ha iniziato la scorsa settimana un’indagine conoscitiva sul ruolo e sulle prossime sfide del servizio pubblico radiotelevisivo.

Sono infatti evidenti i cambiamenti che coinvolgono, da un lato, il mercato dell’audiovisivo, dall’altro, le abitudini dei telespettatori. E il Parlamento deve dare il suo contributo in questa discussione non solo rivedendo i meccanismi di nomina dei vertici Rai, ma anche promuovendo un dibattito sulla nuova funzione del servizio pubblico.

È di qualche giorno fa, tra l’altro, la notizia del considerevole aumento delle persone che, nel Regno Unito, non pagano più il canone perché non possiedono più un televisore, dal momento che accedono ai contenuti audiovisivi in rete attraverso altri dispositivi. Da qui la decisione della Bbc di tagliare posti di lavoro e costi di gestione in vista di una perdita di 150 milioni di sterline nell’anno 2016/17.

Cosa accadrà invece in Italia? Quale dovrà essere la nuova missione di servizio pubblico? Come affronterà la Rai i cambiamenti in atto? Ne continueremo a parlare in Vigilanza Rai. Domani ascolteremo PAOLO GARIMBERTI, direttore del consiglio di sorveglianza di EURONEWS. Diretta streaming a partire dalle 14:00.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>